loading...

Calcoli in corso...

Scheda della stella MIZAR; Mizat; Mirza.

Dati di MIZAR; Mizat; Mirza.

Mappa celeste della stella MIZAR; Mizat; Mirza.. Crediti FourmiLab / AstronomiAmo

Designazioni MIZAR; Mizat; Mirza.;HR 5054;79Zet UMa;SAO 28737;HD 116656;FK5 497
Costellazione UMa
Gruppo di appartenenza "Dipper Stars;" Sirius group; UMa moving cluster.
Posizione
Ascensione Retta J2000 13:23:56
Declinazione J2000 +54°55,517
Altezza
Azimut
Latitudine Galattica 61,58°
Longitudine Galattica 113,11°
Velocità Radiale Eliocentrica -6 km/s (dati orbitali disponibili)
Moto proprio (arcsec/anno) 0,122 AR ; -0,02 Decl
Parallasse 0,047 arcsec
Distanza 69,36 anni luce
Apparenza
Classe spettrale A1VpSrSi Combined spectrum for Aa also classified A1VpSrSi. in 1925, sep. 0.01".
Velocità di rotazione 32 km/s
Magnitudine 2,27 (UBV Johnson System)
Magnitudine UB 0,03
Magnitudine BV 0,02
Variabilità Tipo: 6224 -
Sorgente infrarossa
Sistema stellare
  • Numero di componenti: 4 - AP
  • Differenza di magnitudini: 2
  • Informazioni sul corpo celeste

    Mizar è una stella doppia, la stella zeta dell'Orsa Maggiore rintracciabile nella coda del mestolo, precisamente come seconda stella partendo dall'ultima del mestolo stesso.
    Nei pressi di Mizar, poco sopra con il mestolo dell'Orsa Maggiore rivolto verso l'alto, si trova una compagna ben più debole, di magnitudine 4, chiamata Alcor. La separazione angolare tra le due stelle è di circa 700 secondi d'arco (più o meno mezzo anno luce per la distanza), rendendo il sistema ben separabile anche ad occhio nudo. Mizar, inoltre, è anch'essa una stella doppia, con le componenti separate da soli 14,4 secondi d'arco (sebbene data la distanza corrispondano a 48 miliardi di chilometri) e con una brillantezza molto simile. Un binocolo non riesce a separare questa doppia ma un telescopio, anche piccolo, fornirà la sua divisione. Il periodo di rivoluzione è di migliaia di anni.
    Entrambe le componenti, inoltre, sono a loro volta stelle doppie, troppo strette tuttavia per poter essere risolte.
    Insieme ad Alcor, quindi, Mizar dà luogo ad un sistema quintuplo. Le due stelle principali sono distanti tra loro 380 UA, quindi dieci volte la distanza tra Plutone e Sole. In duecento anni di osservazioni, Alcor ha percorso soltanto 8 gradi della sua orbita intorno alla principale. Il primo a registrare Mizar come doppia fu il persiano Al-Sufi, che tuttavia ne sottostimò la luminosità (oppure questa è effettivamente variata).
    La coppia Mizar-Alcor viene spesso chiamata 'Il Cavallo ed il suo Cavaliere'. In realtà gli arabi, un migliaio di anni fa, sostenevano di osservare ad occhio nudo Alcor con molta difficoltà, mentre oggi se il cielo è relativamente buio la stella si vede davvero senza alcun problema. Una possibile spiegazione vede gli arabi far riferimento non ad Alcor ma ad una stellina che si pone tra le due componenti, di magnitudine otto, molto lontana e non facente parte del gruppo stellare.
    In realtà non si tratta di una stella variabile, quindi è da escludere che gli arabi riuscissero a vedere ad occhio nudo una stella di magnitudine otto ed il mistero su Alcor rimane invariato.

    Mizar e Alcor
    Mizar e Alcor. Credits EarthSky

     

    Sorge
    Culmina
    Tramonta
    Altezza
    Azimut

    Visibilità di oggi

    Visibilità nell'anno

    Come si legge questa pagina

    I riquadri in alto

    I riquadri in alto fanno riferimento alla giornata di oggi e indicano quando la stella sorge, culmina e tramonta dietro l'orizzonte.

    Il grafico a radar

    Il radar indica in quale momento della giornata, oggi, la stella può essere osservata al meglio.

    • CAM: Crepuscolo Astronomico Mattutino
    • CNM: Crepuscolo Nautico Mattutino
    • CCM: Crepuscolo Civile Mattutino
    • A: Alba
    • T: Tramonto
    • CCS: Crepuscolo Civile Serale
    • CNS: Crepuscolo Nautico Serale
    • CAM: Crepuscolo Astronomico Serale

    L'ottagono azzurro indica l'orizzonte ed è posizionato ad altezza 0 (si legge sull'asse verticale). Il giro completo va dal crepuscolo astronomico mattutino a quello serale, ripercorrendo l'intero arco delle 24 ore. L'altezza della stella è mostrata dall'area gialla. Se il giallo si trova all'interno dell'area dell'orizzonte, la stella non è ancora sorta. Il momento di migliore visibilità si verifica nel momento in cui il colore giallo esterno all'orizzonte è più ampio.
    Ad esempio, le stelle la cui declinazione è troppo bassa rispetto al luogo di osservazione non vedranno mai l'area gialla oltrepassare l'orizzonte mentre le stelle circumpolari avranno un'area gialla estesa oltre l'orizzonte per tutto l'arco della giornata.
    Più la stella sale sull'orizzonte e più l'area dell'orizzonte sarà ristretta visto che la scala graduata dovrà arrivare ad altezze sempre maggiori.

    Il grafico a linee

    Il grafico a linee indica le altezze della stella nei vari mesi dell'anno, calcolati in base al crepuscolo civile mattutino, a quello serale e a un orario notturno intermedio.

    • CCM: Crepuscolo Civile Mattutino
    • CCS: Crepuscolo Civile Serale
    • NOT: Notte

    Cliccando sulla didascalia di una serie di dati è possibile eliminarla o ripristinarla per avere la situazione più chiara. La linea verde esprime quindi l'altezza della stella in piena notte nei vari mesi dell'anno, con la coseguenza che l'oggetto sarà visibile al meglio laddove la curva raggiunge punti più alti.
    Attenzione ai gradi espressi sull'asse verticale: la stella potrebbe anche non sorgere pur presentando un punto più alto visto che la scala potrebbe presentare tutti valori negativi per le stelle che non sorgono alla nostra latitudine. Quindi occhio allo 0!

    Calcolo effemeridi

    Copyright © Associazione AstronomiAmo 2022 - Template Gentelella by Colorlib