loading...

Calcoli in corso...

Scheda della stella ALPHERATZ; Alpherat; Sirrah; Sirah. Also formerly called Delta Peg.

Dati di ALPHERATZ; Alpherat; Sirrah; Sirah. Also formerly called Delta Peg.

Mappa celeste della stella ALPHERATZ; Alpherat; Sirrah; Sirah. Also formerly called Delta Peg.. Crediti FourmiLab / AstronomiAmo

Designazioni ALPHERATZ; Alpherat; Sirrah; Sirah. Also formerly called Delta Peg.;HR 15;21Alp And;SAO 73765;HD 358;FK5 1
Costellazione And
Gruppo di appartenenza Pleiades group.
Posizione
Ascensione Retta J2000 00:08:23
Declinazione J2000 +29°05,433
Altezza
Azimut
Latitudine Galattica -32,84°
Longitudine Galattica 111,73°
Velocità Radiale Eliocentrica -12 km/s (dati orbitali disponibili)
Moto proprio (arcsec/anno) 0,136 AR ; -0,163 Decl
Parallasse 0,032 arcsec
Distanza 101,88 anni luce
Apparenza
Classe spettrale B8IVpMnHg Gallium II lines strong. HgMn star. Spectrum appears earlier at shorter wavelengths. ADS 94A, 96.6960d, K 30.8k/s, V0 -11.6k/s, asini 34.2.
Raggio stellare Radius 5 solar.
Velocità di rotazione 56 km/s
Magnitudine 2,06 (UBV Johnson System)
Magnitudine UB -
Magnitudine BV -
Variabilità Tipo: Alp And - Alpha CV 2.02 - 2.06V, 0.9636 or 0.966222d. Some spectral lines vary same period, others half period, some nonvariable.
Sorgente infrarossa

Informazioni sul corpo celeste

In arabo, Sirrah significa 'ombelico', presumibilmente del cavallo Pegaso vista la sua posizione, anche se Sirrah fa parte della costellazione di Andromeda.
Rappresenta l'angolo basso del quadrato di Pegaso rientrante nella costellazione di Andromeda. In effetti non è sempre stato così, e Sirrah un tempo apparteneva davvero alla costellazione di Pegaso come del resto sembra giusto che sia, dato l'asterismo. All'epoca Sirrah era nota come delta Pegasi, mentre ora è alfa Andromedae, nota appunto come Sirrah oppure Alpheratz.
E' una stella biancoazzurra che tenderà entro breve tempo (sempre relativamente) a diventare una gigante rossa, il cui spettro presenta righe insolitamente rilevanti del manganese e del mercurio.
Facilmente visibile proprio per la posizione all'interno del quadrato, Sirrah In arabo, Sirrah significa 'ombelico', presumibilmente del cavallo Pegaso vista la sua posizione, anche se Sirrah fa parte della costellazione di Andromeda.
Rappresenta l'angolo basso del quadrato di Pegaso rientrante nella costellazione di Andromeda. In effetti non è sempre stato così, e Sirrah un tempo apparteneva davvero alla costellazione di Pegaso come del resto sembra giusto che sia, dato l'asterismo. All'epoca Sirrah era nota come delta Pegasi, mentre ora è alfa Andromedae, nota appunto come Sirrah oppure Alpheratz.
E' una stella biancoazzurra che tenderà entro breve tempo (sempre relativamente) a diventare una gigante rossa, il cui spettro presenta righe insolitamente rilevanti del manganese e del mercurio.
Facilmente visibile proprio per la posizione all'interno del quadrato, Sirrah (o Alpheratz) dista 97 anni-luce da noi.
Nonostante a volte si presentino dubbi sulla veridicità del legame gravitazionale esistente tra le due compagne, alfa Andromedae è un sistema binario. La sua compagna si trova a 64 milioni di chilometri e l'orbita è percorsa in soli 97 giorni.
Con una magnitudine apparente di 2,06 ed una magnitudine assoluta di -0,31, Sirrah è undici volte più luminosa del Sole, con 12539 °K. dista 97 anni-luce da noi.
Nonostante a volte si presentino dubbi sulla veridicità del legame gravitazionale esistente tra le due compagne, alfa Andromedae è un sistema binario. La sua compagna si trova a 64 milioni di chilometri e l'orbita è percorsa in soli 97 giorni.
Con una magnitudine apparente di 2,06 ed una magnitudine assoluta di -0,31, Sirrah è undici volte più luminosa del Sole, con 12539 °K.

 

Alpheratz
Alpheratz, credits http://www.astronomie.be

 

Sorge
Culmina
Tramonta
Altezza
Azimut

Visibilità di oggi

Visibilità nell'anno

Come si legge questa pagina

I riquadri in alto

I riquadri in alto fanno riferimento alla giornata di oggi e indicano quando la stella sorge, culmina e tramonta dietro l'orizzonte.

Il grafico a radar

Il radar indica in quale momento della giornata, oggi, la stella può essere osservata al meglio.

  • CAM: Crepuscolo Astronomico Mattutino
  • CNM: Crepuscolo Nautico Mattutino
  • CCM: Crepuscolo Civile Mattutino
  • A: Alba
  • T: Tramonto
  • CCS: Crepuscolo Civile Serale
  • CNS: Crepuscolo Nautico Serale
  • CAM: Crepuscolo Astronomico Serale

L'ottagono azzurro indica l'orizzonte ed è posizionato ad altezza 0 (si legge sull'asse verticale). Il giro completo va dal crepuscolo astronomico mattutino a quello serale, ripercorrendo l'intero arco delle 24 ore. L'altezza della stella è mostrata dall'area gialla. Se il giallo si trova all'interno dell'area dell'orizzonte, la stella non è ancora sorta. Il momento di migliore visibilità si verifica nel momento in cui il colore giallo esterno all'orizzonte è più ampio.
Ad esempio, le stelle la cui declinazione è troppo bassa rispetto al luogo di osservazione non vedranno mai l'area gialla oltrepassare l'orizzonte mentre le stelle circumpolari avranno un'area gialla estesa oltre l'orizzonte per tutto l'arco della giornata.
Più la stella sale sull'orizzonte e più l'area dell'orizzonte sarà ristretta visto che la scala graduata dovrà arrivare ad altezze sempre maggiori.

Il grafico a linee

Il grafico a linee indica le altezze della stella nei vari mesi dell'anno, calcolati in base al crepuscolo civile mattutino, a quello serale e a un orario notturno intermedio.

  • CCM: Crepuscolo Civile Mattutino
  • CCS: Crepuscolo Civile Serale
  • NOT: Notte

Cliccando sulla didascalia di una serie di dati è possibile eliminarla o ripristinarla per avere la situazione più chiara. La linea verde esprime quindi l'altezza della stella in piena notte nei vari mesi dell'anno, con la coseguenza che l'oggetto sarà visibile al meglio laddove la curva raggiunge punti più alti.
Attenzione ai gradi espressi sull'asse verticale: la stella potrebbe anche non sorgere pur presentando un punto più alto visto che la scala potrebbe presentare tutti valori negativi per le stelle che non sorgono alla nostra latitudine. Quindi occhio allo 0!

Calcolo effemeridi

Copyright © Associazione AstronomiAmo 2021 - Template Gentelella by Colorlib