loading...

Calcoli in corso...

Scheda di Messier 36 (M36)

Dati di Messier 36 (M36)

Mappa celeste di Messier 36 (M36). Crediti FourmiLab / Astronomiamo.

Designazioni Messier 36 (M36);NGC 1960
Costellazione Auriga
Tipologia AMMASSO APERTO
Posizione
Ascensione Retta 05:36:00
Declinazione +34°08
Altezza
Azimut
Apparenza
Magnitudine 6,000
Descrizione Dreyer Size: 12. Cl, B, vL, vRi, lC, st 9...11, dist. 4.100yl
Decodifica Dreyer Dimensione: 12. '' ammasso
  • Brillante
  • Molto luminosa
  • molto ricco
  • piccolo (o lungo) compresso
  • stella 9...11
  • distanza . 4.100yl
  • Informazioni sul corpo celeste

    M 36
    M 36. Credit: 2MASS/UMass/IPAC-Caltech/NASA/NSF

    M36 è un ammasso aperto nella costellazione Auriga, scoperto da Le Gentil nel 1749, anche se alcune fonti lo fanno risalire a Hodierna, nel 1654 e distante circa 3.800 anni luce.
    E' un ammasso molto giovane, con età di circa 25 milioni di anni, contenente molte stelle blu di tipo spettrale B. L'età è fatta risalire a circa 27.5 milioni di anni ed una prova può essere data dalla totale assenza di giganti rosse. Una trentina di stelle (delle circa sessanta componenti) sono più brillanti della dodicesima magnitudine. Le più brillanti in assoluto hanno magnitudini da 8,86 a 10,65. Il nucleo, di circa 10' di estensione, è molto brillante. L'estensione totale dell'ammasso dovrebbe essere intorno ai 14 anni luce.
    M 36 è visibile già in piccoli telescopi, posto a 2,3° da M38 e quindi visibili nello stesso campo se si usa un ingrandimento abbastanza basso.

    A inizio 2020 astronomi indiani hanno condotto una approfondita analisi fotometrica, cinematica e mirata alle variabili, migliorando le conoscenze sull'ammasso e i suoi membri. Su 3871 candidate stelle appartenenti all'ammasso ne sono state confermate 262, un numero relativamente piccolo. Sono state rilevate 76 stelle variabili con magnitudini tra 9.1 e 19.4, con 72 stelle periodiche con periodi tra 41 minuti e 10.74 giorni. Di queste 72, venti sono state identificate come membro dell'ammasso il che ha consentito di ottenere ulteriori parametri come masse, temperature e luminosità. Due sono state classificate come delta Scuti, tre come possibili gamma Doradus, cinque come variabili rotanti e due come stelle B pulsanti.

    La massa dell'ammasso è stata calcolata in 417 masse solari, con massa stellare media di 1.6 masse solari. L'arrossamento è misurato in 0.24 magnitudini in visuale (Photometric, kinematic and variability study in the young open cluster NGC 1960).

    Sorge
    Culmina
    Tramonta
    Altezza
    Azimut

    Visibilità di oggi

    Visibilità nell'anno

    Come si legge questa pagina

    I riquadri in alto

    I riquadri in alto fanno riferimento alla giornata di oggi e indicano quando il DSO sorge, culmina e tramonta dietro l'orizzonte.

    Il grafico a radar

    Il radar indica in quale momento della giornata, oggi, il DSO può essere osservato al meglio.

    • CAM: Crepuscolo Astronomico Mattutino
    • CNM: Crepuscolo Nautico Mattutino
    • CCM: Crepuscolo Civile Mattutino
    • A: Alba
    • T: Tramonto
    • CCS: Crepuscolo Civile Serale
    • CNS: Crepuscolo Nautico Serale
    • CAM: Crepuscolo Astronomico Serale

    L'ottagono azzurro indica l'orizzonte ed è posizionato ad altezza 0 (si legge sull'asse verticale). Il giro completo va dal crepuscolo astronomico mattutino a quello serale, ripercorrendo l'intero arco delle 24 ore. L'altezza del DSO è mostrata dall'area gialla. Se il giallo si trova all'interno dell'area dell'orizzonte, il DSO non è ancora sorto. Il momento di migliore visibilità si verifica nel momento in cui il colore giallo esterno all'orizzonte è più ampio.
    Ad esempio, i DSO la cui declinazione è troppo bassa rispetto al luogo di osservazione non vedranno mai l'area gialla oltrepassare l'orizzonte mentre oggetti circumpolari avranno un'area gialla estesa oltre l'orizzonte per tutto l'arco della giornata.
    Più il DSO sale sull'orizzonte e più l'area dell'orizzonte sarà ristretta visto che la scala graduata dovrà arrivare ad altezze sempre maggiori.

    Il grafico a linee

    Il grafico a linee indica le altezze del DSO nei vari mesi dell'anno, calcolati in base al crepuscolo civile mattutino, a quello serale e a un orario notturno intermedio.

    • CCM: Crepuscolo Civile Mattutino
    • CCS: Crepuscolo Civile Serale
    • NOT: Notte

    Cliccando sulla didascalia di una serie di dati è possibile eliminarla o ripristinarla per avere la situazione più chiara. La linea verde esprime quindi l'altezza del DSO in piena notte nei vari mesi dell'anno, con la coseguenza che l'oggetto sarà visibile al meglio laddove la curva raggiunge punti più alti.
    Attenzione ai gradi espressi sull'asse verticale: la stella potrebbe anche non sorgere pur presentando un punto più alto visto che la scala potrebbe presentare tutti valori negativi per i DSO che non sorgono alla nostra latitudine. Quindi occhio allo 0!

    Calcolo effemeridi

    Copyright © Associazione AstronomiAmo 2021 - Template Gentelella by Colorlib