Da dove originano le dune di Titano
loading

Una nuova teoria per spiegare l'origine delle dune di Titano, satellite di Saturno.


Fonte Matthew J. Abplanalp et al. Low-temperature synthesis of polycyclic aromatic hydrocarbons in Titan's surface ices and on airless bodies, Science Advances (2019)


Immagine a colori reali degli strati atmosferici di Titano. Crediti NASA
Immagine a colori reali degli strati atmosferici di Titano. Crediti NASA

Un trio di ricercatori della University of Hawaii ha sviluppato una nuova teoria per capire da dove possano avere origine le dune presenti sulla luna Titano di Saturno, una teoria che esclude la pioggia contrariamente a quanto avevano fatto altre soluzioni passate.

I dati di Cassini hanno mostato una atmosfera contenente molecole organiche, composte da lunghe catene di atomi di carbonio. Questo aveva lasciato ipotizzare molecole in caduta dall'atmosfera fino a formare le dune della regione equatoriale. Le dune, però, potrebbero originare da altro processo: i raggi cosmici che colpiscono il ghiaccio dell'acetilene potrebbero incitare reazioni tali da portare alla formazione dei materiali che compongono le dune.

La teoria è stata testata su lotti di ghiaccio di acetilene in laboratorio, bombardando il tutto con qualcosa di simile a quanto sperimentato dalla luna. Il processo potrebbe produrre molecole organiche in appena cento anni, il che potrebbe ricondurre le dune a reazioni superficiali del satellite. Il processo potrebbe coinvolgere anche mondi privi di atmosfera, a questo punto, come Makemake e Plutone.