Con venti nuove lune Saturno supera Giove
loading

Un team guidato dal solito Sheppard svela la presenza di ulteriori venti lune intorno a Saturno. Molte sono in moto retrogrado, tutte potrebbero appartenere a famiglie già note.


Fonte Carnegie Institution


Rappresentazione delle nuove venti lune di Saturno. Crediti NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute
Rappresentazione delle nuove venti lune di Saturno. Crediti NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Saturno è il nuovo re dei satelliti: un team del Carnegie guidato da Scott Sheppard ha scoperto venti nuove lune intorno al pianeta con gli anelli, portando il totale a 82 contro i 79 satelliti di Giove.

Ciascuna delle nuove lune ha un diametro di circa 5 chilometri mentre diciassette orbitano in direzione retrograda, a indicare una possibile cattura gravitazionale. Due delle rimanenti lune prograde sono le più vicine al pianeta, impiegando circa due anni per compiere un giro intorno a Saturno. La luna più distante, retrograda, compie un giro in più di tre anni.

Le lune più esterne di Saturno appaiono raggruppate in tre diversi cluster per inclinazione orbitale. Due delle nuove lune prograde sembrano appartenere a un gruppo di lune esterne con inclinazione di circa 46° (gruppo di Inuit). Si tratta di lune che potrebbero derivare da una luna maggiore spezzata in un distante passato. 

Le nuove lune retrograde hanno inclinazioni simili alle altre già note, a indicare una frammentazione di un altro corpo andato distrutto. Si tratta di lune del gruppo di Norse. Una delle nuove lune è anche la più distante conosciuta a oggi. 

Le altre lune prograde hanno una inclinazione prossima ai 36°, simile a quelle del gruppo Gallico. A differenza da queste, però, le orbite sono molto più larghe il che potrebbe far propendere verso una autonomia dal gruppo stesso. Una alternativa vede invece le lune più interne nascere insieme a quelle più esterne, prima di frenare a causa della presenza di gas e polvere fino a scivolare verso zone più interne.

La scoperta è stata resa possibile dal telescopio Subaru, posto sul monte Mauna Kea alle Hawaii. Il team di ricercatori è lo stesso che un anno fa scoprì dodici nuove lune intorno a Giove.

Il pubblico potrà scegliere il nome delle lune in un contest apposito che verrà lanciato a breve.