Orus si scopre coprendo una stella
loading

Un team di appassionati utilizza eVscope per scoprire posizione e dimensione, e non solo, di uno dei sei troiani target della missione Lucy.


Fonte EPSC


Crediti SETI
Crediti SETI

eVscope, guidato da un team dell'Oman, ha osservato una occultazione dell'asteroide Orus per la prima volta, rispondendo a un appello della NASA come richiesta di contributo alla missione Lucy e rivelando le potenzialità della comunità scientifica citizen.

La missione Lucy sorvolerà, nel 2027, i troiani di Giove, corpi primitivi - comprendenti Orus - che potrebbero essere cruciali per comprendere la formazione del Sistema Solare . Proprio per le incertezze che avvolgono i sei asteroidi scelti come obiettivo, la NASA ha colto l'occasione di una occultazione per chiedere aiuto al fine di ottenere informazioni preziose su forma e traiettoria.

Orus è stato scoperto nel 1999 ma risulta ancora decisamente misterioso. L'occultazione ha riguardato una stella di magnitudine 11, generando una curva di luce piena zeppa di informazioni a partire dalla precisa posizione nel cielo passando per la dimensione.

Il 16 settembre 2019 il lavoro è stato presentato all'EPSC 2019 a Ginevra, specificando il ruolo degli "appassionati" nella ricerca scientifica.