Metalli in fuga da WASP 121b
loading

Per la prima volta osservato un gigante gassoso di tipo hot Jupiter talmente vicino alla propria stella da esserne deformato e da perdere i metalli in alta atmosfera


Fonte The Hubble Space Telescope PanCET Program: Exospheric Mg ii and Fe ii in the Near-ultraviolet Transmission Spectrum of WASP-121b Using Jitter Decorrelation, Astronomical Journal (2019)


Rappresentazione di WASP-12b
Rappresentazione di WASP-121b

L'esopianeta WASP-121b sta disseminando ferro e magnesio nello spazio, con una atmosfera talmente calda da far vaporizzare i metalli fino a spingerli al di fuori del campo gravitazionale. La massa della stella madre, dal canto suo, deforma notevolmente il pianeta rendendolo ovale. Il sistema si trova a 600 anni luce da noi, in direzione di Auriga. Il pianeta orbita intorno alla stella in un periodo di appena 26 ore

Le osservazioni provengono dallo Hubble Space Telescope di NASA e ESA e descrivono la prima scena di questo tipo, con gas di metalli pesanti fuggire da un hot Jupiter. Il gas va a interagire con il campo magnetico del pianeta fornendo una grande occasione di studio per gli scienziati. In genere gli hot Jupiter sono ancora abbastanza freddi all'interno da condensare gli elementi pesanti come magnesio e ferro in nubi che restano in atmosfera ma in questo caso il pianeta è talmente vicino alla stella che la sua alta atmosfera arriva a 4.600°F e che la sua forma somiglia a quella di un pallone da football.

La storia di WASP-121b ci insegna come i pianeti possano perdere la propria atmosfera primordiale. Durante la formazione i pianeti acquisiscono gas dal disco che li vede nascere, gas composti essenzialmente di idrogeno e elio. Man mano che i pianeti si spostano verso la stella centrale, gran parte dell'atmosfera brucia e fugge via. Secondo i ricercatori si tratta di uno scenario perfetto per il futuro James Webb Telescope, il cui lancio è schedulato al 2021 salvo ulteriori imprevisti.

Il destino del pianeta b sembra comunque segnato: entro tre milioni di anni dovrebbe andare a sprofondare nella propria stella (Samuel W. Yee et al. The Orbit of WASP-12b Is DecayingThe Astrophysical Journal - 2019).