Occultazione stellare da parte di Europa
loading

Il 31 marzo 2017 la luna Europa è passata davanti a una stella di sfondo, un evento raro catturato per la prima volta da telescopi terrestri grazie ai dati forniti dal satellite Gaia di ESA


Fonte B. Morgado et al. First stellar occultation by the Galilean moon Europa and upcoming events between 2019 and 2021, Astronomy & Astrophysics (2019)


Europa, satellite di Giove. Crediti NASA
Europa, satellite di Giove. Crediti NASA

Il 31 marzo 2017 la luna Europa è passata davanti a una stella di sfondo, un evento raro catturato per la prima volta da telescopi terrestri grazie ai dati forniti dal satellite Gaia di ESA. In precedenza occultazioni erano state osservate soltanto da parte di Io e Ganimede.

Gaia opera dal 2013 ed è riuscita a produrre una mappa a tre dimensioni della Galassia, caratterizzando più di un miliardo di stelle relativamente a posizione e movimento. Un lavoro che ha consentito di predire occultazioni proprio come quella osservata o come quella causata dalla luna di Nettuno Tritone nel 2017.

Le occultazioni consentono di ottenere diverse proprietà del corpo più vicino, come dimensione, forma, posizione, presenza di atmosfera o di anelli o di getti. In tal caso Gaia ha previsto il passaggio di Europa davanti a una stella relativamente brillante a Marzo 2017, una ottima opportunità per esplorare la luna gioviana anche da Terra, in particolar modo dal Sud America (Brasile e Cile). I dati parlano di un raggio di 1561.2 chilometri ma di una forma non propriamente sferica ma ellissoidale: 1562 chilometri per 1560.4.

Il 2019 e il 2020 dovrebbero portare ulteriori dati visto che dal nostro punto di vista Giove passa nella zona del centro galattico, ben densa di stelle. Una ottima occasione per migliorare la conoscenza di diverse lune maggiori ma non solo. Ulteriori occultazioni da parte dei quattro satelliti medicei sono previste il 22 giugno 2020 per Europa, il 20 giugno 2020  e il 4 maggio 2021 per Callisto, il 9 e 21 settembre 2019 nonché il 2 aprile 2021 per Io e il 25 aprile 2021 per Ganimede. Il 4 e 5 giugno 2019 si sono già verificate occultazioni per Europa e Calliso.