Addio alla sonda B delle Van Allen Probes
loading

Dopo le manovre di deorbiting di febbraio 2019, l'Applied Phisics Lab ha provveduto a chiudere la missione, gloriosa, della Van Allen B. Sette anni di radiazioni e di successi.


Fonte NASA


Illustrazione delle gemelle Van Allen Probes. Crediti NASA
Illustrazione delle gemelle Van Allen Probes. Crediti NASA

Il 19 luglio 2019 alle ore 1327 EDT gli operatori del Johns Hopkins University Applied Physics Lab (APL) hanno inviato un comando di shutdown a una delle due sonde gemelle Van Allen Probes, la sonda B.

Le manovre di deorbiting di Febbraio 2019 hanno quindi trovato il loro compimento con il propellente rimasto utilizzao per puntare i pannelli solari verso il Sole. La sonda B è ora priva di carburante e, oramai impossibilitata a ricevere ulteriore energia solare con l'attuale assetto, è stata spenta. Si trova in orbita circolare stabile intorno alla Terra e in circa quindici anni effettuerà il rientro in atmosfera per bruciare in tutta sicurezza. La sonda A dovrebbe continuare il proprio lavoro fino a Settembre.

Originariamente disegnate per un effort di due anni, le Van Allen sono state lanciate il 30 Agosto 2012 e hanno fornito dati preziosissimi sulle fase di radiazione poste intorno alla Terra, le Fasce di Van Allen. Sette anni passati ad altissime radiazioni, frantumando il record precedente di CRRES (Combined Release and Radiation Effects Satellite), operante da Luglio 1990 a Ottobre 1991.

Tra le scoperte, una terza fascia oltre alle due già note. AstronomiAmo darà vita a una diretta speciale, per soci, a Settembre 2019 proprio per parlare delle sonde Van Allen Probes e delle loro scoperte.