Una nuova misura per la velocità di espansione
loading

Appena al di sotto dei 70 km/s/Mpc è la nuova misura basata su giganti rosse osservate da Hubble Space Telescope. Cambia il campione stellare ma resta la tensione con Planck


Fonte Hubble


Nuove osservazioni di Hubble Space Telescope sono state mirate alla misurazione della velocità di espansione dell'universo basandosi su un campione di stelle totalmente differente da quello utilizzato in precedenza. 
La misurazione si cala nella "tensione di Hubble", l'incoerenza che attualmente domina tra le stime operate sui dati di HST rispetto a quelle basate sui dati di Planck sulla radiazione cosmica di fondo
La nuova stima, basata su stelle di tipo gigante rossa , parla di una velocità di espansione appena al di sotto dei 70 km/s/MPc, più bassa rispetto ai 74 indicati da Hubble SH0ES (Supernovae H0 for the Equation of State) basato su Cefeidi ma ancora molto superiore ai 67.4 misurati dal satellite Planck.

Rappresentazione del "Tip of the Red Giant Branch". Crediti M. Durbin
Rappresentazione del "Tip of the Red Giant Branch". Crediti M. Durbin