Spiegate le differenze quantitative di elementi siderofili tra Terra e Luna
loading

Un team di scienziati mostra come le differenze nelle quantità di oro, platino, iridio e palladio tra Terra e Luna possano trovare una valida giustificazione negli impatti subiti


Fonte Reconstructing the late-accretion history of the Moon, Nature (2019)


Crediti pubblici
Crediti pubblici

La formazione della nostra Luna è stata seguita da una fase di crescita a opera di meteoriti piovute dal Sistema Solare in assestamento. 

Una nascita comune tra Terra e Luna ha comunque fatto nascere differenze sostanziali: oro, iridio, platino e palladio sono molto scarsi sulla Luna mentre sono più presenti sulla Terra. Si tratta di materiali consegnati dalle meteoriti quindi la differenza registrata pone dei limiti alla crescita legata proprio al bombardamento. Si tratta di un problema non banale poiché se il bombardamento fosse durato migliaia o milioni di anni le quantità presenti su Terra e Luna avrebbero mirato agli stessi valori percentuali, quindi evidentemente ci mancano dei tasselli nel puzzle della crescita dei corpi celesti dopo la loro formazione. 

Una nuova ricostruzione tenta di fornire una risposta a partire proprio dalle diversità riscontrate negli elementi siderofili e andando a modellizzare milioni di impatti meteorici in grado di portare materiale su Terra e Luna. Il modello è stato poi validato confrontando il numero degli impatti previsti con il numero dei crateri lunari. Date le minori dimensioni lunari, e dal momento che alcuni impatti avrebbero colpito la Luna con angolazioni inferiori rispetto alla superficie, ne segue che gli impatti avrebbero lasciato meno materiale sul nostro satellite rispetto a quanto fatto sulla Terra. Gli elementi siderofili sarebbero stati trattenuti dalla crosta lunare e dal mantello solo da 4.35 miliardi di anni fa, più tardi del previsto e circa la fase in cui il magma ha coperto la Luna solida. Gli elementi arrivati prima di questo periodo sarebbero quindi stati assorbiti dal nucleo lunare.