Una coda mareale per DDO 44
loading

La presenza di una coda mareale nella galassia nana sferoidale DDO 44 evidenzia un passaggio troppo ravvicinato alla spirale intermedia NGC 2403. Una configurazione insolita per la distanza dei due og


Fonte Jeffrey L. Carlin. Tidal destruction in a low mass galaxy environment: the discovery of tidal tails around DDO 44


DDO 44
DDO 44

Un ambiente dinamico è rappresentato dall'interazione tra la galassia NGC 2403 e un suo satellite , la galassia nana DDO 44. L'interazione è evidente dalla coda mareale in uscita dalla galassia minore. 

Le code mareali sono il risultato dell'interazione gravitazionale tra galassie: quando due galassie orbitano intorno allo stesso baricentro , le forze mareali le distorcono e le regioni più coinvolte subiscono perdite di materiale che viene dirottato verso lo spazio esterno, generando una coda. 
Lo studio di queste strutture può essere essenziale per migliorare le conoscenze sulle interazioni galattiche e così un team del Large Synoptic Survey Telescope (LSST) in Arizona ha riportato l'evidenza della coda in DDO 44-a, una nana sferica relativamente massiva posta a 9.65 milioni di anni luce da noi e satellite di NGC 2403, una spirale intermedia nella costellazione della Giraffa.  

Lo stream di materiale ha una lunghezza di 163.000 anni luce e consta di due code distinte estese per circa 81.500 anni luce in entrambi i versi di DDO 44. Una delle code è orientata verso NGC 2403.
La massa di DDO 44 è stimata in 20 milioni di masse solari mentre la separazione tra le galassie è di 230 mila anni luce. Tutto questo fa di DDO 44 un oggetto atipico: mentre le distruzioni operate da galassie simili a NGC 2403 sono abbastanza comuni, i satelliti sono solitamente molto più vicini alla galassia madre rispetto a quanto non lo sia DDO 44. Quest'ultima dovrebbe essere entrata nell'alone di NGC 2403 soltanto in tempi recenti, con orbita molto eccentrica e un pericentro abbastanza ridotto da indurre la distruzione mareale della parte più vicina.