La Galassia è grande 520 mila anni luce di raggio
loading

Tramite osservazione del Subaru Telescope è stato possibile osservare una caduta di densità di RR Lyrae e stelle Blue Horizontal Branch alla distanza di 520.000 anni luce. Il limite esterno galattico


Fonte The stellar halo of the Milky Way traced by blue horizontal-branch stars in the Subaru Hyper Suprime-Cam Survey. Publications of the Astronomical Society of Japan


Via Lattea e alone. Crediti Tohoku University
Via Lattea e alone. Crediti Tohoku University

Un team di ricercatori ha identificato il bordo più esterno della Via Lattea tramite i dati ottenuti dal Subaru Telescope. Sono stati esaminati i sistemi stellari che compongono la Galassia fino a raggiungere una dimensione di 520.000 anni luce in raggio, venti volte la distanza tra centro galattico e Sistema Solare . Le stelle che si pongono a questo limite appartengono a popolazioni antiche con età di circa 12 miliardi di anni. L'estensione spaziale è fondamentale per la comprensione della storia galattica.

Oltre alla parte brillante della Via Lattea esiste un alone esteso contenente circa un miliardo di stelle antiche e 150 ammassi globulari con età di circa 12 miliardi di anni. L'alone contiene i resti delle stelle meno massive e gli ammassi formati nei primi stadi di vita della Galassia, il che lascia pensare come la galassia fosse molto grande ai suoi albori prima della formazione del disco, più giovane.

Non è semplice misurare la dimensione di un oggetto del quale si fa parte dall'interno e ottimi indicatori sono dati dalle variabili RR Lyrae e dalle stelle blu di ramo orizzontale (BHB - Blue Horizontal Branch), categorie tipicamente luminose e di facile determinazione in termini di distanza.  

Gli 8.2 metri del Subaru sono stati necessari per le osservazioni, catturando la debole luce delle stelle più remote e lasciando al team il compito di eliminare i falsi positivi, come ad esempio le blue stragglers e altri oggetti di confusione. La densità delle BHB decresce allontanandosi dal centro galattico ma a 520.000 anni luce di distanza la diminuzione è divenuta crollo, a evidenziare il limite più esterno della Galassia.

Dodici miliardi di anni fa, successive fusioni di galassie minori confinate in un alone di materia oscura hanno portato a ciò che vediamo oggi.