Due ammassi galattici in rotta di collisione
loading

Si tratta della prima osservazione di due ammassi galattici colti appena prima l'inizio della fusione, un tassello importante per lo studio delle strutture a larga scala dell'universo


Fonte Observations of a pre-merger shock in colliding clusters of galaxies, Nature Astronomy (2019)


Credit Public Domain
Credit Public Domain

Due ammassi di galassie che stanno per collidere, per la prima volta immortalati prima dell'evento a rappresentare il pezzo mancate per completare il puzzle della formazione delle strutture più grandi nell'universo.

Gli ammassi galattici sono gli oggetti più grandi tra quelli legati dalla gravità e consistono di centinaia di galassie contenenti, ciascuna, centinaia di miliardi di stelle. Dal Big Bang questi oggetti sono cresciuti tramite collisioni e fusioni, operazioni che possono impiegare anche un miliardo di anni per completarsi. Dopo che la polvere si è posata, i due ammassi in collisione diventano un unico grande ammasso.

Proprio per questo tempo enorme, ciò che possiamo vedere noi è soltanto uno "screenshot" del processo interno ma se riuscissimo a ottenere più screenshots da diversi oggetti in collisione potremmo descrivere la storia generale. Mancava proprio il tassello che precede l'inizio della fusione, uno stadio molto breve e difficile da scovare. 

L'osservazione è di un team internazionale di astronomi e ha consentito di testare diverse simulazioni al computer per verificare la formazione di una onda di shock tra i due ammassi che percorre gli oggetti perpendicolarmente all'asse di fusione. Lo shock crea una fascia riscaldata a 100 milioni di gradi tra i due ammassi, qualcosa che ha un grande impatto nell'evoluzione degli ammassi e delle strutture a larga scala.

Più screenshots dovrebbero provenire dalla futura survey a raggi X  eROSITA, in lancio nel 2019.