Quasar blu e una possibile nuova fase di invecchiamento galattico
loading

Le osservazioni in raggi X e infrarosso evidenziano quasar molto attivi circondati, ancora, da formazione stellare. Qualcosa mai visto prima e che potrebbe rappresentare una fase di invecchiamento.


Fonte American Astronomical Society in St. Louis, Missouri - Allison Kirkpatrick - University of Kansas - "A New Population of Cold Quasars"


Un quasar ottico azzurro distante 7 miliardi di anni luce. Oggetti che non dovrebbero emettere in infrarosso. Crediti Dark Energy Camera Legacy Survey DR7/NOAO
Un quasar ottico azzurro distante 7 miliardi di anni luce. Oggetti che non dovrebbero emettere in infrarosso. Crediti Dark Energy Camera Legacy Survey DR7/NOAO

Una "bomba" dai confini dell'universo viene dalla scoperta di un quasar "freddo", una galassia che ancora forma stelle a dispetto del quasar centrale. Si tratta di una osservazione che va a riscrivere almeno parzialmente la storia dell'evoluzione galattica laddove dovesse rappresentare una fase attraversata da tutte le galassie, cosa che comunque non è semplice da appurare.

Un quasar è essenzialmente un buco nero supermassiccio che acquisisce materiale da un disco di accrescimento nel quale il materiale in attrito genera una emissione osservabile, ad altissime energie, anche a grandi distanze. Questa fase è da sempre vista come l'inizio della fine galattica, provocando la fine della formazione stellare . Tutto il gas di accrescimento viene riscaldato fino a emettere a raggi X e inizia a muoversi a velocità relativistiche. Il campo magnetico che lo circonda creando dei getti di materiale sparati fuori dalla zona centrale. Questi getti scaraventano via, quindi, il gas, materia prima per la formazione stellare. 

Nella survey presentata nel nuovo lavoro, circa il 10% delle galassie osservate possiede ancora un rifornimento di gas freddo e da questo stanno nascendo stelle. Si tratta di una osservazione sorprendente visto che non si tratta di una sola galassia ma di una intera popolazione di oggetti differenti: alcune hanno i segni di passate fusioni, altre sembrano molto simili alla Via Lattea mentre altre ancora sono molto compatte. Tutte appaiono molto compatte, azzurre e luminose, esattamente come ci si aspetta un buco nero osservato dopo lo spegnimento della formazione stellare. E invece, intorno, le stelle stanno ancora nascendo da gas freddo. Si utilizza il termine "quasar freddo".

Potrebbe trattarsi di un breve periodo di vita ancora mai osservato né scoperto, una fase di transizione di appena dieci milioni di anni. La prima di queste strutture è stata identificata dalla Sloan Digital Sky Survey (SDSS) in una area nota come Stripe 82. Si è poi passati a osservazioni tramite XMM-Newton e Herschel, in infrarosso , per risolvere la polvere e il gas.

Ora resta da vedere se questa fase si verifica per tutte le tipologie di galassia oppure soltanto per alcune.