Un Sole con una doppia personalità
loading

Di fianco al classico ciclo solare potrebbe trovarsi un ciclo alternativo che si verifica due volte in un secolo. In tal caso l'attività tende a dominare verso uno degli emisferi solari


Fonte 234th meeting of the American Astronomical Society


Macchie solari. Crediti NASA/SDO
Macchie solari. Crediti NASA/SDO

Sembrano esistere prove di una doppia personalità del Sole, con discrepanze intriganti in termini di campo magnetico che potrebbero dire molto riguardo l'orologio interno solare.

Simulazioni al computer dell'interno della nostra stella hanno evidenziato, infatti, qualcosa di inatteso: in rare occasioni la dinamica interna può uscire dalla routine e portarsi in uno stato alternativo. Si tratta di uno studio ancora molto preliminare ma potrebbe rispecchiare l'andamento osservato dal diciannovesimo secolo. Questo comportamento potrebbe essere legato anche al ciclo di undici anni del Sole, ciclo che questo mese ha già visto una correlazione con un allineamento di pianeti.

La dinamo solare è formata da gas caldo, interno al Sole, in rotazione e può avere un grande impatto sul Sole sotto forma di macchie e flare. Non si tratta, però, di qualcosa di semplice da studiare poiché ciò che accade nel Sole non è direttamente osservabile. Qui entrano in gioco le simulazioni, che possono abbracciare centinaia di anni. Un ciclo "normale" deriva da una dinamo simmetrica tra i due emisferi che si muove verso l'equatore prima di ricominciare. Il ciclo alternativo, che secondo le simulazioni si verifica due volte in un secolo, si forma principalmente in uno dei due emisferi. Potrebbe trattarsi di un errore della simulazione, ma effettivamente in determinate occasioni le macchie solari sembrano formarsi principalmente in uno dei due emisferi.