Dai raggi X le proprietà della pulsar gamma
loading

I dati di XMM-Newton e di Chandra evidenziano la morfologia della pulsar wind nebula che circonda una pulsar gamma. Viene ridefinita anche la distanza, spostando l'oggetto molto più lontano.


Fonte A. V. Karpova et al. X-ray studies of the gamma-ray pulsar J1826-1256 and its pulsar wind nebula with Chandra and XMM-Newton arXiv


Immagine di 3x3'' che ritrae le vicinanze della pulsar, la cui posizione è evidenziata dal "+". Segnalati jet e controjet. Crediti Karpova et al.
DidascImmagine di 3x3'' che ritrae le vicinanze della pulsar, la cui posizione è evidenziata dal "+".
Segnalati jet e controjet. Crediti Karpova et al.lia

I dati di XMM-Newton e del Chandra X-ray Observatory della NASA hanno consentito di osservare la zona che circonda una radio-quiet pulsar a raggi gamma chiamata PSR J1826-1256, offrendo maggiori indicazioni sulla natura dell'oggetto e della pulsar wind nebula (PWN).

 

Le pulsar gamma sono stelle di neutroni rotanti che emettono raggi gamma. Alcune emettono in banda radio ma in alcuni casi è molto difficile captare questa emissione, probabilmente a causa del segnale molto collimato e non puntato verso la Terra. Altre pulsar gamma sono totalmente silenziose in banda radio (radio-quiet) e le proprietà di tali oggetti debbono quindi essere recuperate in altre frequenze come quelle dei raggi X , spesso in grado di rivelare una nebulosità alimentata dal vento della pulsar (Pulsar Wind Nebula - PWN). e associata a un resto di supernova .

PSR J1826-1256 si trova a 11.500 anni luce di distanza (prima di questo studio la distanza era stimata in 4.320 anni luce) e ha una età di 14.000 anni, con periodo di rotazione di 110.2 millisecondi. Il campo magnetico misura circa 3.7 trilioni di G. In base a tutto questo, l'oggetto è classificato come Vela-like pulsar.

Un nuovo studio ha scoperto come lo spettro diventi più "morbido" allontanandosi dalla pulsar, fattore indicativo di un raffreddamento di sincrotrone. La PWN appare un mix contenente un toro, un getto e una coda (controgetto). Uno dei getti è legato quindi al fenomeno di [V]ram pressure[/V], rivelato dal moto della pulsar non coincidente con l'orientamento del getto. Questa geometria spiega la morfologia della PWN e ne suggerisce l'associazione con il resto di supernova, recentemente scoperto, G18.45-0.42.