Alla ricerca della vera natura di Terzan 5
loading

Nuovi dati ottenuti dal Fermi Gamma-ray Telescope della NASA indagano sulle emissioni che rendono l'ammasso globulare Terzan-5 un oggetto con natura molto più ambigua di quanto atteso


Fonte Hambeleleni Ndiyavala, et al. Probing the pulsar population of Terzan 5 via spectral modeling. arXiv


Differenti componenti spettrali di Terzan 5 previste dai modelli di Kopp et al. Crediti Ndiyavala et al.
Differenti componenti spettrali di Terzan 5 previste dai modelli di Kopp et al. Crediti Ndiyavala et al.

I dati del Fermi Gamma-ray Space Telescope della NASA hanno consentito di acquisire importanti informazioni circa la reale natura di Terzan 5, con particolare riguardo alla popolazione di pulsar e all'emissione a larga banda.

Terzan 5 è un ammasso globulare scoperto un secolo fa, ha una età di circa 12 miliardi di anni e si trova a 19 mila anni luce di distanza da noi. E' caratterizzato da una densità stellare centrale di tutto rispetto, da una elevata metallicità e dalla più alta interazione stellare registrata nella Via Lattea . Al suo interno sono presenti 37 delle 130 pulsar al millisecondo a oggi note e i dati sembrano raggrupparne le stelle in due distinte popolazioni con differenti età e contenuto di ferro, il che potrebbe far optare per una natura diversa da ammasso globulare riconducibile magari alla fusione di due ammassi o al resto di una galassia distrutta.

Per venire a capo del mistero sono stati ottenuti nuovi dati dal Fermi Telescope, giungendo a distinguere quattro componenti spettrali differenti: radiazione di sincrotrone a bassa energia (LESR), radiazione di sincrotrone a alta energia (HESR), radiazione di curvatura (CR) e Compton inverso (IC). La particolarità di Terzan 5 dovrebbe essere dovuta a una emissione pulsata cumulativa da una popolazione di pulsar al millisecondo oppure all'interazione dei venti con una emissione non pulsata in un ambiente magnetico particolare.