Gaia Sausage e la fusione che interruppe la formazione stellare galattica
loading

I dati della survey APOGEE consentono di giungere a una stima dell'età della galassia che si fuse con la Via Lattea, età valutata in 12.5 miliardi di anni. Novità anche sulla formazione stellare


Fonte Fiorenzo Vincenzo et al. The Fall of a Giant. Chemical evolution of Enceladus, alias the Gaia Sausage, Monthly Notices of the Royal Astronomical Society: Letters (2019)


Credit Common
Credit Common

La galassia "Gaia Sausage" vede nel proprio passato una collisione con la Via Lattea , risalente a miliardi di anni fa, e proprio sui resti di questa collisione si sta insistendo al fine di scoprire l'età della "salsiccia". 

Gaia Sausage è stata scoperta lo scorso anno tramite i dati forniti dal satellite ESA Gaia: la sua fusione con la Via Lattea dovrebbe risalire a 10 miliardi di anni fa e dovrebbe aver contribuito notevolmente alla morfologia attuale della nostra Galassia.

Analizzando la chimica delle stelle lasciate da questo evento tramite i dati della survey APOGEE, un team di scienziati ha sviluppato modelli di nucleosintesi arrivando a stimare una età di 12.5 miliardi di anni, quindi 2.5 miliardi di anni più vecchia di quanto ritenuto finora. Gli elementi chimici più pesanti dell'elio sono prodotti dalle stelle e diversi elementi vengono fatti risalire a differenti tipologie di stelle. Gli atomi di ossigeno ad esempio sono depositati nel mezzo interstellare da diverse generazioni stellari prima di venire a far parte del nostro pianeta : possiamo misurare la proporzione di diverse abbondanze e utilizzare le misurazioni come orologio per determinare l'età stellare.

La fusione sembra aver prodotto ulteriori effetti: è stato rinvenuto un gap nella distribuzione di età delle stelle galattiche proprio alla stessa epoca della fusione, il che porta a credere che l'evento possa aver interrotto la formazione stellare della Via Lattea: turbolenza e calore causati dall'evento sarebbero alla base del blocco.