La collisione tra stelle di neutroni che ci portiamo dentro
loading

Uno studio della Columbia University mostra come una parte degli elementi pesanti presenti sulla Terra possa aver origine in una collisione tra due stelle di neutroni avvenuta 4.6 miliardi di anni fa


Fonte Imre Bartos et al, A nearby neutron-star merger explains the actinide abundances in the early Solar System, Nature (2019)


Una visione di come apparirebbe oggi l'evento indicato nell'articolo. Crediti Columbia University
Una visione di come apparirebbe oggi l'evento indicato nell'articolo. Crediti Columbia University

4.6 miliardi di anni fa, una violenta collisione tra due stelle di neutroni potrebbe aver determinato ciò che oggi vediamo sulla Terra dando vita allo 0.3% degli elementi pesanti presenti compreso oro, platino e uranio.

Questo vuol dire che in ciascuno di noi possiamo trovare parte di questo evento singolo e catatrofico. Le meteoriti che si sono create all'inizio del Sistema Solare trasporterebbero quindi le tracce di isotopi radioattivi legati all'evento. Il decadimento degli isotopi funziona come un orologio che può essere utilizzato per ricostruire il tempo della creazione.

Per giungere alla conclusione, il team di scienziati ha confrontato la composizione delle meteoriti con simulazioni numeriche della Via Lattea scoprendo come una singola collisione tra due stelle di neutroni potrebbe essersi verificata proprio cento milioni di anni prima della formazione della Terra, a una distanza di appena mille anni luce dal luogo che di lì a poco avrebbe ospitato il Sistema Solare.

Se un evento simile si verificasse oggi a una distanza simile dal Sistema Solare, la radiazione sarebbe visibile per tutta la notte.