La variabilità di AX J1949 è tipica di un sistema SFXT
loading

In base ai dati di diversi telescopi a raggi X, la variabilità della sorgente AX J1949.8+2536 è legata alla natura di supergiant fast X-ray transient (SFXT)


Fonte Jeremy Hare et al. Chandra, MDM, Swift, and NuSTAR observations confirming the SFXT nature of AX J1949.8+2534


Spettro ottico di AX J1949
Spettro ottico di AX J1949. Credit: Hare et al., 2019.

In base ai dati di diversi telescopi a raggi X, la variabilità della sorgente AX J1949.8+2536 è legata alla natura di supergiant fast X-ray transient (SFXT).

I SFXT sono sistemi binari di grande massa , sorgenti di raggi X (HMXBs - High-Mass X-ray Binaries) in cui la stella compagna è una supergigante. Evidenziano una significante attività in raggi X sperimentando outburst con curve molto ripide in salita e con durate di poche ore.

AX J1949.8+2534 si trova a 22.800 anni luce dalla Terra ed è stata scoperta circa un ventennio fa dalla ASCA Galactic Plane Survey. Le precedenti osservazioni a raggi X hanno portato a supporre una natura di HMXB con una compagna di classe spettrale Be (BeHMXB) ma studi pubblicati nel 2017 giocarono invece a favore di uno scenario di SFXT, quindi con una compagna rappresentata appunto da una supergigante.

Oggi le osservazioni di Swift, Chandra X-ray Observatory e NuSTAR hanno consentito di scoprire più dettagli riguardanti le proprietà di questa sorgente, rivelandone la vera natura. L'oggetto mostra rapide variazioni a raggi X sulla scala dei kilosecondi, un fenomeno che è stato osservato tantissime volte su altre sorgenti, tutte classificate finora come SFXT.  Il sistema binario in questione contiene, inoltre, una supergigante di primo tipo B il che conferma la natura SFXT.  Stelle di questo tipo sono state osservate nel 40% dei sistemi SFXT a oggi conosciuti.

Infine è stata rivista la distanza dell'oggetto, posta ora tra 22.800 e 26.000 anni luce.