Una nuova stella ultra-povera di metalli
loading

Un team di astronomi australiani scopre nell'alone galattico, a 36.000 anni luce di distanza circa, la stella con il minor contenuto di ferro a oggi, resto di una delle primissime stelle.


Fonte T. Nordlander et al. The lowest detected stellar Fe abundance: The halo star SMSS J160540.18-144323.1


Lo spettro della stella povera di metalli. Crediti Nordlander et al.
Lo spettro della stella povera di metalli. Crediti Nordlander et al.

Un team internazionale di astronomi ha scoperto una nuova stella ultra-povera di metalli, in particolare ferro. La stella si chiama SMSS J160540.18+144323.1 e appare come la stella più povera di ferro scoperta a oggi.

Si tratta di oggetti rari visto che poche stelle hanno abbondanze di ferro [Fe/H] al di sotto del valore -5 mentre la nuova scoperta fa registrare una metallicità al di sotto di -7.3. L'ampliamento della lista di stelle di questo tipo è fondamentale per una migliore comprensione dell'evoluzione chimica dell'universo. La prima evoluzione dovrebbe infatti essere legata alla prima generazione di stelle, totalmente prive di metalli. 

Tramite lo SkyMapper telescope in Australia e gli spettrografi su altri telescopi terrestri, un team australiano ha identificato la nuova stella nell'alone galattico, alla distanza di 36 mila anni luce da noi. Si tratta di una gigante rossa con una temperatura effettiva di circa 4850 K e con pochissimi elementi pesanti. A fronte di questo, sembra essere presente un arricchimento di carbonio oltre la media delle stelle di zona il che suggerisce un arricchimento da parte di stelle di Popolazione III, la prima generazione di stelle, sporcate da supernovae.