Un frammento di cometa dentro un meteorite ci parla del Sistema Solare
loading

Rinvenuto all'interno di un meteorite trovato in Antartide, il frammento di cometa può raccontarci le dinamiche primordiale del nostro Sistema Solare, a partire da una migrazione verso l'interno


Fonte A cometary building block in a primitive asteroidal meteorite, Nature Astronomy (2019)


La freccia indica il luogo della sezione del meteorite nel quale è stato rinvenuto il frammento di cometa.
La freccia indica il luogo della sezione del meteorite nel quale è stato rinvenuto il frammento di cometa.

Un frammento di cometa è stato rinvenuto all'interno di una meteorite primordiale da parte di un team di scienziati del Carnegie Institution of Science, una scoperta che potrebbe fornire informazioni circa la formazione, la struttura e l'evoluzione del Sistema Solare

Il meteorite è chiamato LaPaz Icefield 02342, rinvenuto in Antartide e appartiene a una classe di condriti carbonacee primitive che dalla loro origine hanno subito una quantità molto ridotta di variazioni, con una origine risalente a 4.5 miliardi di anni fa probabilmente in una orbita esterna a quella di Giove.

Asteroidi e comete si sono formati, entrambi, dal disco di gas e polvere che circondava il Sole al momento della formazione ma si sono aggregati a diverse distanze dalla stella, con conseguenti differenze chimiche. Le comete contengono maggiori frazioni di ghiaccio di acqua e carbonio, e sono originarie dei luoghi più distanti del Sistema Solare .

All'interno di LaPaz, quindi, esiste un frammento ricco di carbonio resto di materiale primordiale, con caratteristiche simili a particelle di polvere extraterrestre che dovrebbero aver tratto origine nelle comete formatesi ai bordi del Sistema Solare. In un periodo tra 3 e 3.5 milioni di anni dopo la formazione del Sistema Solare, mentre la Terra ancora cresceva, questo piccolo frammento (un decimo di un millimetro) è stato catturato da un asteroide in formazione, origine del meteorite di oggi. Uno sguardo al Sistema Solare primordiale, quindi, da studiare in laboratorio come una rara possibilità. Il frammento dovrebbe essere originario della Fascia di Kuiper ma si è conservato egregiamente sfruttando l'involucro dell'asteroide prima e del meteorite poi.

La sua presenza può indicare come il materiale più esterno possa essere migrato verso zone più interne per attrito, verso le zone di formazione delle condriti.