Due asteroidi di passaggio per misurare il diametro di stelle distanti
loading

Grazie ai quattro telescopi di VERITAS è stato possibile ottenere centinaia di immagini al secondo durante l'occultazione di due stelle da parte di due asteroidi, misurando il diametro degli astri


Fonte “Direct measurement of stellar angular diameters by the VERITAS Cherenkov telescopes“ - W. Benbow et al. - Nature Astronomy (2019)


Attraverso una occultazione stellare è stata ottenuta una misurazione del disco stellare senza precedenti.
Attraverso una occultazione stellare è stata ottenuta una misurazione del disco stellare senza precedenti.

Attraverso i dati di una occultazione stellare da parte di un asteroide ottenuti dal Very Energetic Radiotion Imaging Telescope Array System (VERITAS), scienziati dello Smithsonian Astrophysical Observatory (SAO) sono riusciti a misurare il diametro di una stella distante 2674 anni luce e di un'altra a "soli" 700 anni luce.

Il passaggio dell'asteroide, unitamente alla natura di onda della luce, ha provocato un fenomeno di diffrazione, un fenomeno difficile da misurare a certe distanze e con sorgenti puntiformi al punto che sono state necessarie immagini ottenute molto velocemente nel momento in cui la luce stellare è stata nascosta dal corpo celeste di passaggio. Una tecnica che può funzionare fino a un millesimo di secondo d'arco, misura che i telescopi Cherenkov possono raggiungere grazie a specchi molto generosi.

I quattro telescopi VERITAS hanno osservato la diffrazione nella luce della stella TYC 5517-227-1 durante il passaggio del 22 febbraio 2018 dell'asteroide Imprinetta, una roccia di sessanta metri, scattando 300 immagini al secondo. Il diametro angolare della stella è risultato pari a 0,125 milliarcosendi che, alla distanza di 2674 anni luce, porta a una dimensione reale di undici volte il Sole.

Il 22 maggio 2018 l'asteroide Penelope, di 88 chilometri di diametro, ha occultato TYC 278-748-1 rilevando un diametro apparente di 0.094 (record di risoluzione per una stella) milliarcosecondi pari a 2.17 diametri solari.