Baresheet tocca male la Luna e sparge tardigradi
loading

Fallisce la missione israeliana a causa di un guasto al motore principale. A bordo era una colonia di esseri minuscoli che potrebbe trovarsi sul suolo lunare pronta a risvegliarsi.


Fonte NASA


Baresheet, fallito l'allunaggio. Crediti SpaceIL
Baresheet, fallito l'allunaggio. Crediti SpaceIL

La missione spaziale israeliana Baresheet, finalizzata all'allunaggio, è fallita dopo quasi due mesi di navigazione. A pochi chilometri dalla superficie della Luna si è interrotto il sogno israeliano a causa, sembra, di un guasto al motore principale. Rilevato il guasto è stato tentato il reset della sonda al fine di riavviare il motore ma dopo una prima illusione iniziale il problema si ripresenta in via definitiva. La discesa passa da 25 metri al secondo a un valore oltre i 100 metri al secondo, testimone di una caduta ormai libera e incontrollata. A 149 metri dal suolo la telemetria si interrompe insieme alla missione.

Baresheet è una missione di "appena" 100 milioni di dollari, quasi tutti privati, un budget estremamente ridotto per una missione che avrebbe portato la quarta nazione a allunare dopo USA, URSS e Cina. Budget che per il futuro potrà comunque contare su un milione di dollari del Moonshot Award da parte della X Prize Foundation.

BARESHEET AGGIORNAMENTO 16 MAGGIO 2019 

Il Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA ha probabilmente immortalato, dalla distanza di 90 chilometri, il luogo in cui Baresheet, cadendo, ha creato un cratere. Un segno scuro di dieci metri di diametro, con zone più chiare di materiale esposto in seguito all'impatto.

Il cratere creato dalla rovinosa caduta di Baresheet. Crediti NASA
Il cratere creato dalla rovinosa caduta di Baresheet. Crediti NASA

BARESHEET AGGIORNAMENTO 18 AGOSTO 2019

Il fallimento della missione porta con sé una fonte di rischio di non poco conto visto che a bordo della sonda era presente una colonia di tardigradi disidratati che avrebbe dovuto essere oggetto di studio. Questi minuscoli invertebrati rappresentano una forma di vita decisamente resistente a condizioni di vita estreme: in caso di condizioni avverse si disidratano e si arrotolano su sé stessi fino al sopraggiungere di qualche goccia di acqua. Mentre sono disidratati possono resistere a temperature altissime o bassissime e anche ai raggi cosmici. Se questi esseri sono sopravvissuti allo schianto potrebbero essere stati sparsi sul suolo lunare in uno stato di sonno che prima o poi potrebbe cessare, in barba al principio di "Non inquinare altri mondi". Purtroppo le ultime missioni, tra Elon Musk e israeliani, sembrano non tener mai conto del rispetto dei mondi distanti e forse è arrivato il tempo di un ente mondiale che possa valutare e, nel caso, negare i permessi anche di fronte ai soldi di Musk.

Tardigrado al microscopio. Crediti micropia.nl
Tardigrado al microscopio. Crediti micropia.nl