Colonne a raggi X a sorreggere le Bolle di Fermi
loading

Osservazioni di XMM-Newton consentono di evidenziare un flusso di particelle energetiche che parte dal centro galattico e si dirige verso le bolle di Fermi per centinaia di anni luce


Fonte Nature - “An X-ray chimney extending hundreds of parsecs above and below the Galactic Centre“, di G. Ponti et al.


Mappa termica del centro galattico ottenuta da XMM-Newton. Crediti ESA
Mappa termica del centro galattico ottenuta
da XMM-Newton. Crediti ESA

Il telescopio spaziale a raggi X dell'ESA, XMM-Newton, ha consentito di osservare due colonne di gas partire dal centro della Via Lattea  ed estendersi per centinaia di anni luce, con origine nella zona di Sgr* e direzione verso le Bolle di Fermi che invece si estendono per migliaia di anni luce. 

I dati di XMM-Newton, raccolti tra il 2016 e il 2018, hanno consentito di ottenere la mappa a raggi X del centro galattico più dettagliata a oggi. Sono evidenti dei canali di gas molto energetici che potrebbero andare ad alimentare proprio le bolle di Fermi, data la coincidenza dei percorsi.

Si tratta di un'altra prova del fatto che la nostra galassia , un tempo, era decisamente più attiva ma potrebbe anche trattarsi della prova del fatto che anche galassie in quiete riescano a mostrare, invece, una certa attività.

Le colonne al centro delle Bolle di Fermi. Crediti XMM-Newton
Le colonne al centro delle Bolle di Fermi. Crediti XMM-Newton