Anche Gaia può sbagliare ma si rimedia
loading

Un errore sistematico, e quindi prevedibile e risolvibile, nei dati della DR2: gli oggetti con un getto risultano spostati rispetto a quanto indicato da Gaia


Fonte The Astrophysical Journal - “Dissecting the AGN Disk–Jet System with Joint VLBI-GaiaAnalysis” - V. Plavin


Il getto di Virgo A preso da un interferometro. Crediti Yuri Kovalev
Il getto di Virgo A preso da un interferometro. Crediti Yuri Kovalev

Misurare precisamente la posizione di un oggetto puntiforme è compito arduo ma sicuramente più semplice rispetto alla misurazione della posizione di un corpo celeste più esteso visto che la coda, o il getto espulso, possono creare problemi nella definizione del "centro".

E' così che una survey fantastica come quella di Gaia può cadere in errore con oggetti come gli AGN e i loro getti espulsi dalle regioni centrali. Poco male: l'errore compiuto da Gaia è sistematico e proprio per questo è stato analizzato ed eliminato grazie alla forma degli AGN ottenute da interferometri: questi radiotelescopi sono più precisi per la determinazione della forma ma meno per la localizzazione, quindi combinando i dati di Gaia con quelli dei radiotelescopi è stato possibile eliminare gli errori e ottenere dati totalmente attendibili.

Gli errori maggiori sono stati commessi in presenza di una forma particolarmente allungata e quindi di un getto più lungo.