TRAPPIST-1 e il pianeta e bombardato dai protoni
loading

Un ulteriore modello cerca di stabilire l'effettiva abitabilità dei mondi di TRAPPIST-1, ma anche il più favorevole sembra bombardato in misura eccessiva


Fonte Stellar energetic particles in the magnetically turbolent habitable zones of TRAPPIST-1-like planetary system - Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics


Rappresentazione di TRAPPIST-1
Rappresentazione di TRAPPIST-1

Cercando ancora di capire l'eventuale abitabilità dei mondi posti a ridosso della stella TRAPPIST-1, un team di ricercatori ha voluto simulare gli effetti di protoni altamente energetici scaraventati dalla stella verso i pianeti in seguito a vento stellare o onde d'urto derivanti da fenomeni magnetici della corona

Si tratta della prima simulazione realistica della propagazione di particelle energetiche attraverso il campo magnetico di una nana di classe spettrale M e del suo vento. Il risultato mostra come le particelle vengano intrappolate nel campo magnetico e dirette in due stream polari focalizzati sul piano orbitale dei pianeti. 

Il modello mostra, relativamente a TRAPPIST-1, come il pianeta più indicato per il sostenimento della vita, e cioè il pianeta e, sia costantemente bombardato da un flusso di protoni fino a mille volte superiore rispetto a quello sperimentato dalla Terra. 

Resta comunque molta incertezza legata all'angolo tra campo magnetico e asse di rotazione  stellare, ad esempio, quindi occorreranno di sicuro input più precisi.