Le origini delle condriti - diverse ma non troppo
loading

Uno studio basato sulle meteoriti di Creston e Novato consentono di tracciare una origine comune ben presto separata fino a creare due zone di provenienza separate.


Fonte Peter Jenniskens et al. The Creston, California, meteorite fall and the origin of L chondrites, Meteoritics & Planetary Science (2019)


Meteora a Santa Barbara. Credit: SETI Institute/Christian M. Rodriguez
Meteora a Santa Barbara. Credit: SETI Institute/Christian M. Rodriguez

Le condriti di tipo L provengono da almeno due diversi campi di detriti presenti nella Fascia Principale degli Asteroidi. La Fascia contiene diversi campi di detriti creati dai primi pianeti nani o da collisioni successive e questi frammenti - chiamati asteroidi - continuano a collidere producendo meteoroidi che possono divenire meteoriti sulla Terra.

Meteoriti cadute nei pressi di Creston, in California, il 24 ottobre 2015 sono state subito indicate come provenienti dallo stesso campo di detriti indicato per le meteoriti rinvenute tre anni prima a Novato: tutti i corpi sono stati classificati come condriti L6 a stadio di shock S3. Analisi più dettagliate hanno mostrato come il meteorite di Creston sia riuscito a evitare collisioni per un periodo più lungo rispetto al meteorite di Novato. La roccia di Creston è stata nello spazio per circa 45 milioni di anni mentre quella di Novato deriva da una collisione avvenuta circa 9 milioni di anni fa. Gli scienziati hanno voluto indagare su quale potesse essere il punto in cui la collisione fosse avvenuta, con la speranza di potersi ricondurre alla famiglia di asteroidi. 

La roccia, delle dimensioni di un grande pompelmo, è entrata in atmosfera nei pressi di Creston a 16 chilometri al secondo, in un evento filmato e ripreso in diversi modi e da diverse zone. Proprio la possibilità di triangolare la rotta ha rivelato come sia la roccia di Creston sia quella di Novato abbiano percorso orbite molto inclinate rispetto al piano dell'eclittica , ma il meteorite di Novato aveva una orbita di tre anni mentre quella di Creston di 1.5 anni, il che porta a pensare come la prima fosse in risonanza più profonda nella Fascia degli Asteroidi. Nel momento in cui la risonanza ha risentito dell'influenza di Giove o Saturno, allora l'orbita è cambiata fino a incrociare la Terra.

Due, attualmente, sono quindi le zone di provenienza delle condriti L: meteoriti come quella di Novato risalgono alle origini del Sistema Solare e hanno sperimentato shock molto importanti, tanto da avere un aspetto molto scuro. La seconda zona è quella del meteorite di Creston, che mostra venature scure.

Circa 470 milioni di anni fa, molte meteoriti scure hanno sperimentato un'altra collisione gigante che potrebbe aver creato una famiglia di asteroidi. Il meteorite di Novato è passato per questa collisione, perdendo gran parte dei propri gas nobili come l'argon. Lo stesso argon che invece non è stato perso invece dal meteorite di Creston, ad avallare l'ipotesi per la quale il corpo di origine non ha sperimentato collisioni 470 milioni di anni fa.

Nonostante le differenze, le meteoriti sembrano comunque accomunate da diversi aspetti e questo può essere ricondotto a una origine comune separata in seguito da una collisione avvenuta 70 milioni di anni dopo la formazione del Sistema Solare .