Nuovi oggetti nella regione G345
loading

Osservazioni multifrequenza hanno evidenziato la presenza di un gran numero di oggetti massicci in formazione in una delle più favorevoli regioni di formazione stellare


Fonte M. Figueira et al. Multiwavelength study of the G345.5+1.5 region? Astronomy & Astrophysics manuscript no. G345_corrected c ESO 2019 January 31, 2019


Mappadi emissione a 1.2 mm di GMC G345.5+1.0. Credit. López et al.
Mappadi emissione a 1.2 mm di GMC G345.5+1.0.
L'area sotto la linea rossa tratteggiata indica la regione oggetto di studio.
Credit: Figueira et al., 2019.

Un team internazionale di scienziati ha concluso una osservazione multifrequenza della zona di formazione stellare G345.5+1.5 scoprendo dozzine di stelle massive e regioni protostellari. 

Le regioni di formazione stellare sono fondamentali per la comprensione dei processi alla base della nascita e della evoluzione stellare. Le osservazioni hanno quindi allargato il campione da studiare. 

La zona si trova a 5900 anni luce da noi, circa 850 anni luce al di sopra del piano galattico. Si compone di due strutture ad anello classificate come Regioni HII e le osservazioni si sono basate sulla Large Apex BOlometer CAmera (LABOCA) e sul NANTEN2 Telescope, oltre che su Herschel, 2MASS e Spitzer. Sono state identificate almeno sette stelle di grande massa di tipo late-B e early-O, con addensamenti dal diametro tra 1.3 e 3.9 anni luce e masse comprese tra 43 e 3923 masse solari.

Più della metà degli oggetti è data da protostelle.