Spettroscopia infrarossa per lo studio interno delle meteoriti
loading

Ricercatori giapponesi riescono a ottenere immagini ad altissima risoluzione per lo studio della distribuzione dei materiali organici ancora all'interno delle meteoriti carbonacee


Fonte Yoko Kebukawa et al. - "Nanoscale infrared imaging analysis of carbonaceous chondrites to understand onrganic-mineral interactions during aqueous alteration" - Proceedings of the National Academy of Sciences (2019)


Immagini in alta definizione delle meteoriti. Crediti Y. Kebekawa et al.
Immagini in alta definizione delle meteoriti. Crediti Y. Kebekawa et al.

Le condriti carbonacee sono composte di materiali come roccia, composti organici, ghiaccio e fini particelle di polvere, gran parte delle quali originate dal Sistema Solare . La datazione del materiale organico riporta agli albori del Sistema Solare, a 4.5 miliardi di anni fa, e quindi lo studio di queste meteoriti è fondamentale per la comprensione della storia del sistema Solare, della presenza di acqua sulla Terra e dell'origine della vita stessa.

Il miglioramento dei metodi di analisi delle meteoriti sta consentendo ai ricercatori di comprendere al meglio la relazione spaziale tra materiale organico e minerali, un elemento fondamentale per tracciare la formazione e l'evoluzione del materiale organico e l'origine e l'evoluzione di acqua e vita sulla Terra. 

Finora gli studi sono stati limitati da immagini a bassa risoluzione, il che ha consentito analisi soltanto in fase post-estrazione, un metodo complesso e in grado di introdurre diversi errori. Uno studio giapponese è riuscito a ottenere una visualizzazione dei componenti delle condriti carbonacee attraverso metodi microscopici ottenendo risoluzioni decisamente più elevate (metodo atomic force microscopy su infrared spectroscopy - AFM-IR). Sottoposte ad analisi sono state le due condriti note come Murchison e Bell. L'altissima risoluzione ha consentito di ottenere una distribuzione spaziale degli elementi all'interno delle meteoriti e delle associazioni con i minerali. 

In futuro il team ha pianificato di focalizzare l'attenzione sul ruolo dei minerali nella formazione e nell'evoluzione del materiale organico durante processi esterni in grado di alterare i corpi di origine.