Una nuova costante per il Sole
loading

Le onde di Alfvén reagiscono in maniera costante alle onde sonore emesse dalla stella. Un comportamento osservato per ben dieci anni e che può essere esteso a tutte le stelle simili.


Fonte R. J. Morton et al. A basal contribution from p-modes to the Alfvénic wave flux in the Sun's corona, Nature Astronomy (2019)


Il Sole. Crediti NASA
Il Sole. Crediti NASA

Le onde magnetiche del Sole si comportano in maniera diversa da quanto noto finora e il nuovo atteggiamento potrebbe essere costante in tutta la vita solare.

Dopo dieci anni di osservazione continua, un team di astronomi ha scoperto come le onde magnetiche (onde di Alfvén) della corona solare reagiscano alle onde sonore che fuoriescono dalla nostra stella . Le onde di Alfvén giocano un ruolo di spicco nel trasporto di energia intorno al Sole e nel Sistema Solare e si è sempre ritenuto avessero origine sulla superficie solare, dove l'idrogeno raggiunge i 6.000°C. Le onde reagiscono anche alle onde sonore provenienti da dentro il Sole, onde che lasciano un marcatore distintivo all'interno delle onde magnetiche. Questo vuol dire che l'intera corona viene smossa in maniera totale in risposta alle onde sonore, creando una vibrazione a un range di frequenze ben precise. 

Il marcatore è stato presente per tutto il decennio di osservazione il che lascia pensare che possa trattarsi di una caratteristica permanente del Sole, una costante quindi anche di altre stelle.

Le oscillazioni acustiche, quindi, hanno un ruolo molto importante sulle onde di Alfvén e quindi sul trasporto di energia alla corona e sulla generazione dei venti solari.