Due getti ortogonali per la Red Square Nebula
loading

La Red Square Nebula ha evidenziato due getti ortogonali, frammentati e ionizzati nelle zone più esterne. Possibili interazioni con l'ammasso M 16 poco distante.


Fonte John Bally, Zen H. Chia. A Highly Collimated Jet from the Red Square Nebula, MWC 922


Red Square Palomar. Crediti Palomar Observatory
Red Square Palomar. Crediti Palomar Observatory

Due getti altamente collimati e bipolari sono stati osservati dalla Red Square Nebula (RSN), la nebulosa che circonda la stella MWC 922 di tipo B[e].

L'oggetto si trova a 5.500 anni luce di distanza nel Serpente e si tratta di una stella peculiare con eccesso infrarosso e circondata da una nebulosa di forma apparentemente quadrata. I getti sono stati osservati tramite il Double Imaging Spectrograph (DIS) montato sull'Apache Point Observatory (APO) nel New Mexico e appaiono ortogonali alla nebulosa associata. I getti, sulla scala del parsec , appaiono frammentati e ionizzati nelle regioni più esterne. Si tratta di una coppia di segmenti con dimensioni di 0.5 anni luce ciascuno su entrambi i lati della stella, separati da dei vuoti apparenti. I segmenti più distanti spariscono intorno a 1.97 anni luce di distanza dalla stella. Alla velocità di 500 km/s e con una densità di elettroni tra 50 e 100 cm-3 la perdita di massa è stata calcolata tra 50 e 100 milionesimi di masse solari all'anno.

Per la natura ci sono invece due ipotesi: il primo scenario dice che le strutture potrebbero essere un disco ampio oppure uno stream di ejecta spediti dalla stella con una illuminazione preferenziale e una ionizzazione in direzione dell'ammasso M 16. Il secondo scenario si basa sull'assunto per il quale la stella potrebbe essere stata espulsa proprio da M 16 e i getti potrebbero derivare dall'intersezione con il mezzo interstellare .