Metallicità e velocità in antitesi per le stelle del disco galattico
loading

Uno studio basato su un campione di sessantamila stelle estende quanto già scoperto anni fa: meno metalli e maggior lentezza nel moto intorno al centro galattico


Fonte Monthly Notices of the Royal Astronomical Society - "Evidence of a large-scale positive rotation-metallicity correlation in the Galactic thick disc" - P. Re Fiorentin et al.


La Via Lattea
La Via Lattea

Uno studio del 2019 sembra aver dimostrato come all'interno del disco della Via Lattea le stelle più antiche, riconoscibili da una quantità di metalli inferiore alla media, siano caratterizzate da una velocità di rivoluzione intorno al centro galattico inferiore rispetto agli astri più giovani, il che può dire molto per l'evoluzione della Galassia .

Il campione analizzato conta di ben 60 mila stelle di tipo gigante rossa del disco spesso galattico e prende in esame astri con contenuto di metalli dieci volte inferiore a quelli solari. Il risultato rappresenta una estensione notevole rispetto a uno studio di pochi anni fa che verteva, invece, su stelle più prossime al Sole, mettendo in relazione le stesse grandezze e giungendo agli stessi risultati. Il miglioramento delle stime e l'ampliamento del campione sono stati resi possibili dalla Data Release 2 (DR2) di Gaia. 

Ora la parola passa ai modelli cosmologici, che dovranno subire variazioni in grado di spiegare un simile comportamento.