Un insolito segnale transiente da una debole AGN
loading

Un lungo e lento fenomeno transiente presenta caratteristiche che rendono difficile un inquadramento del fenomeno. Probabile un TDE ma non tutto torna


Fonte M. Gromadzki et al. Discovery and Follow-up of the Unusual Nuclear Transient OGLE17aaj. arXiv:1901.03718


Andamento della luminosità osservata
Andamento della luminosità osservata

Il team del OGLE-IV Transient Detection System ha rinvenuto un insolito segnale transiente nel nucleo di una debole galassia attiva. Il segnale è stato battezzato OGLE17aaj e sebbene a oggi questi fenomeni siano in numero sempre maggiore, la loro comprensione è una vera sfida per gli astronomi visto che possono essere spiegati con eventi violenti come supernovae, GRB , Tidal Disruption Events (TDE) o altro. 

Il nuovo evento è stato registrato a gennaio 2017 nella galassia GALEXASC J015624.70-710415.8, a 680 anni luce dal centro galattico, ed è stato poi osservato come follow-up in diverse occasioni. La variazione è avvenuta in un periodo di sessanta giorni, dopo i quali l'evento è declinato per duecento giorni, con picco massimo di magnitudine pari a 18.8. 
Il trend in ultravioletto ha seguito fedelmente quanto visto in spettro visibile e la massa in accrescimento è stata misurata come valore minimo in 0.04 masse solari. 

Il processo alla base è incerto ma ci si sbilancia sul TDE: un lungo periodo di salita, una mancanza di evoluzione in termini di temperatura -colore, una temperatura elevata di corpo nero . A remare contro l'idea di un pasto stellare è invece la lenta evoluzione post-picco e le sottili righe di emissione.