Una nuova variabile cataclismica a eclisse
loading

Si chiama MASTER OT J061451 e si compone di una nana bianca in binario con una stella normale. La curva di luce è particolarmente affascinante.


Fonte H. Breytenbach et al. Discovery, observations and modelling of a new eclipsing polar: MASTER OT J061451.70-272535.5.


La posizione della nuova variabile cataclismica a eclisse.  Image credit: Breytenbach et al., 2019.
La posizione della nuova variabile cataclismica a eclisse.  Image credit: Breytenbach et al., 2019.

Tramite il Mobile Astronomical System of Telescope-Robots (MASTER), un team di astronomi ha scoperto una nuova variabile a eclisse cataclismica. Si chiama MASTER OT J061451.70-272535.5 ed è un membro, probabile, della sottoclasse polare.

Le Cataclysmic Variables (CV) sono sistemi binari che consistono di una nana bianca e di una stella normale  caratterizzati da incrementi irregolari di luminosità seguiti da cadute in stato di quiete. La sottoclasse polare si distingue per la presenza di un campo magnetico molto potente per la nana bianca. Ad oggi si contano più di 140 variabili polari e solo 33 sono state identificate come sistemi a eclisse quindi ogni nuova scoperta è ben accolta dalla comunità scientifica. 

L'eclisse si verifica ogni 2.08 ore e la [V]curva di luce[/V[ mostra una morfologia peculiare con un iniziale calo del 50% circa prima di un innalzamento della [V]magnitudine[/V]. Nel secondo ingresso la luminosità cala dal 60 all'80%. Il calo viene spiegato con un iniziale oscuramento dell'hot-spot di accrescimento sulla nana bianca, seguito dall'eclisse di entrambi gli hot spot.

La nana bianca ha un raggio di 0.012 raggi solari e una massa tra 0.5 e 0.86 masse solari. La compagna è cinque volte più piccola e sei volte meno massiva del Sole. La separazione tra le due è di 3.25 UA.