Un disco polare per un sistema binario
loading

Per la prima volta le nitide immagini di ALMA consentono di osservare un disco circumbinario in configurazione polare, qualcosa di teorizzato ma finora ancora mai osservato.


Fonte Grant M. Kennedy et al, A circumbinary protoplanetary disk in a polar configuration, Nature Astronomy (2019)


Rappresentazione del disco circumbinario perpendicolare al moto del sistema.
Rappresentazione del disco circumbinario perpendicolare al moto del sistema. Credit: University of Warwick/Mark Garlick

Un sistema binario di stelle con un disco circumbinario era già stato osservato diverse volte, ma mai prima d'ora - sebbene la teoria avesse previsto questa configurazione - ci si era imbattuti in un disco totalmente inclinato rispetto alle orbite stellari tanto da apparire polare

Le immagini, ancora una volta, sono di ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) e vanno ad aggiungere informazioni al moto reciproco delle stelle che era già stato analizzato in precedenza.

Alcuni dischi erano stati già osservati in disallineamento con il moto orbitale e proprio per questo i modelli erano arrivati a teorizzare la possibilità di dischi polari e la cosa più intrigante è che il disco risulta composto esattamente come tutti gli altri "normali", con la stessa possibilità - quindi - di dar vita a pianeti. Se qualcuno un giorno dovesse vivere su pianeti simili, vedrebbe una banda scura di polveri alzarsi perpendicolarmente all'orizzonte. Le stagioni sarebbero estremamente differenti da quelle sperimentate sulla Terra.

A completare la sensazionalità del sistema planetario , altre due stelle orbitano il disco dando vita così a un sistema quadruplo