Una Mira per Hen 3-160
loading

Osservazioni di dettaglio su un sistema simbiotico noto dagli anni Sessanta mostrano la presenza di una variabile Mira come componente fredda ma processi in linea con la classe S


Fonte C. Galan et al. Hen 3-160 - the first symbiotic binary with Mira variable S star


Variazioni nel sistema Hen 3-160. Crediti C. Galan et al.
Variazioni nel sistema Hen 3-160. Crediti C. Galan et al.

Hen 3-160 è un sistema binario simbiotico della Via Lattea , già noto da tempo, ma recenti osservazioni hanno rivelato la presenza di una stella variabile di tipo Mira.

I sistemi simbiotici presentano variazioni estreme nello spettro di luce dovutamente al fatto che una stella della coppia è molto calda mentre l'altra è una gigante più fredda e si tratta di sistemi fondamentali per lo studio dell'evoluzione stellare. 
In genere le stelle simbiotiche si dividono in due classi principali chiamati S-type e D-type. Molti sistemi sono del primo tipo, caratterizzato da uno spettro nel vicino infrarosso dominato generalmente dalla fotosfera della stella più fredda fino al punto da essere difficilmente distinguibili da stelle giganti ordinarie.

Le simbiotiche D-type mostrano una emissione aggiuntiva attribuita a un sottile guscio di polvere circumstellare. Sistemi di questa classe mostrano grandi variazioni a causa della presenza di variabili Mira (giganti rosse con pulsazioni periodiche più lunghe di 100 giorni e ampiezze superiori alla magnitudine in infrarosso e 2.5 magnitudini in visuale) e di altri tipi di variabile. 

Hen 3-160 è stata scoperta negli anni Sessanta ma osservazioni dettagliate non sono mai state effettuate fino allo studio del 2018 che conclude osservazioni riprese nell'arco di due decenni. 

La conclusione principale è che la gigante del sistema è di tipo Mira, con pulsazione periodica di 242.5 giorni. Si tratta del primo sistema simbiotico con variabile Mira che presenta simultaneamente processi di tipo spettrale MS. In particolare, le variazioni osservate indicano che la componente fredda è in effetti una variabile Mira mentre la presenza di alcune bande è indicaativa di una tipologia spettrale MS che piazza il sistema tra quelli di classe S. 
La distanza è di 30.600 anni luce da noi.