Nuova sorgente gamma per MAGIC
loading

A 16.300 anni luce dalla Terra gli occhi di MAGIC rivelano la presenza di un acceleratore di particelle molto efficiente la cui natura è ancora incerta


Fonte MAGIC Collaboration. Discovery of TeV γ-ray emission from the neighbourhood of the supernova remnant G24.7+0.6 by MAGIC


La sorgente ripresa. Crediti MAGIC Collaboration
La sorgente ripresa. Crediti MAGIC Collaboration

Tramite il telescopio MAGIC (Major Atmospheric Gamma Imaging Cherenkov Telescopes) e il Fermi, un team internazionale di astronomi ha scoperto una nuova sorgente di raggi gamma altamente energetici intorno al resto di supernova SNR G24.7+0.6. La sorgente è stata battezzata MAGIC J1835-069. Si tratta di una tipologia di resto di supernova chiamata "composite SNR", caratterizzata da gusci di materiale in rapida espansione accompagnati da wind nebulae alimentate dalle pulsar .

Queste supernovae possono accelerare le particelle a energie molto elevate, fino a centinaia di TeV e oltre, e sono ottimi targt per le osservazioni mirate a trovare nuove sorgenti altamente energetiche. 

La nuova scoperta si trova a 16.300 anni luce dalla Terra e ha una età di circa 9.500 anni luce, composta da raggi gamma e onde radio. 

La sorgente è estesa e si trova a 0.34 gradi di distanza dal centro galattico. L'emissione è stata trovata a energie superiori ai 150 GeV ma ha raggiunto picchi di 5 TeV. La dimensione della sorgente è di circa 98 anni luce ma la sua natura resta ancora incerta a causa della complessità della regione circostante. Potrebbe comunque essere probabile una accelerazione di raggi cosmici tramite interazione protone-protone della supernova con il mezzo circostante.