Polvere stellare mancante ricondotta alle planetarie
loading

Il gap tra polvere osservata e quella teoricamente prodotta dalle supernovae viene colmato dalla polvere prodotta durante l'helium flash delle stelle di media massa


Fonte Extreme 13C,15N and 17O isotopic enrichment in the young planetary nebula K4-47 - Nature (2018) - Deborah Schmidt (Steward Observatory)


K4-47. Crediti SDSS
K4-47. Crediti SDSS

Tutto ciò che vediamo intorno a noi, compresi noi stessi, origina dalla morte stellare. Un concetto affascinante ma anche questa frase molto abusata nasconde misteri di difficile risoluzione. Da dove viene tutta questa polvere stellare, visto che i processi stimati e indiziati della produzione non sono sufficienti a giustificarla?

La morte stellare produce svariati elementi chimici ma le meteoriti contengono tracce di una tipologia di polvere stellare che finora è stata attribuita esclusivamente a fenomeni estremamente violenti come una nova o una supernova , fenomeni del tutto rari e quindi insufficienti a spiegare l'abbondanza osservata. 

All'Università dell'Arizona è stata osservata la nebulosa planetaria K4-47, un oggetto distante 15 mila anni luce dalla Terra e resto della morte "tranquilla" di una stella di media massa oggi osservabile come nana bianca al centro della nebulosa stessa.

La sorpresa è stata rinvenire isotopi che si pensava potessero essere prodotti soltanto dalle supernovae: isotopi pesanti di carbonio, azoto e ossigeno. Fondere un neutrone all'interno di un nucleo atomico (qui sta il concetto di isotopo) richiede temperature molto elevate e proprio per questo fino a oggi si è sempre ricondotta la presenza di questi elementi a una esplosione di supernova o di novae. Dato il ritrovamento degli stessi elementi anche in fenomeni più blandi come la formazione di una nebulosa planetaria, la quantità di isotopi trovata nelle meteoriti riesce a essere spiegabile senza andare a ricorrere a oggetti o processi più esotici: basta che una stella simile al Sole divenga instabile sul finir della propria vita per sperimentare un helium-flash.