ES Ceti ha un disco di accrescimento
loading

L'analisi degli spettri ottenuti nel 2002 tramite Magellan Telescope sul sistema binario ES Ceti mostra dati compatibili con un processo di accrescimento che avviene tramite un disco


Fonte K. Bakowska, T.R. Marsh. Spectroscopy of the cataclysmic variable ES Ceti.


ES Ceti, spettro del 2002. Crediti Magellan Telescope
ES Ceti, spettro del 2002. Crediti Magellan Telescope

Osservazioni spettroscopiche sulla variabile cataclismica ES Ceti hanno portato alla scoperta di emissioni di gas provenienti dalla stella compatibili con la presenza di un disco di accrescimento .

Le Cataclysmic Variables (CVs) sono sistemi binari composti da una nana bianca e da una stella normale, con incrementi irregolari di luminosità che lasciano il posto a stati di quiete. Sistemi simili sono stati scoperti verso il centro galattico ma anche nelle zone periferiche e negli ammassi globulari. 

Le stelle AM CVn sono un raro tipo di CV in cui una nana bianca acquisisce materiale povero di idrogeno da una stella compatta vicina. In genere, le stelle AM CVn sono sistemi binari ricchi di elio e non mostrano idrogeno nello spettro mentre i periodi orbitali vanno da 5 a 65 minuti. ES Ceti è una AM CVn con un periodo orbitale di 620 secondi e le osservazioni effettuate tramite il Magellan Telescope a Las Campanas in Cile hanno consentito di ottenere più di 500 spettri a fine 2002, spettri i cui risultati vengono presentati oggi.

A dominare lo spettro elettromagnetico è la riga di emissione dell'elio ionizzato ma ci sono anche righe di elio neutro e azoto ionizzato. Uno spettro compatibile con un sistema ad accrescimento tramite disco.