Cento nuovi esopianeti di tutti i tipi
loading

L'azione congiunta di Kepler e di telescopi terrestri ha portato a confermare 104 esopianeti tra 227 candidati. Alcuni possono essere di notevole aiuto per la ricerca


Fonte John H. Livingston et al, Sixty Validated Planets from K2 Campaigns 5–8, The Astronomical Journal (2018)


Rappresentazione di esopianeti
Rappresentazione di esopianeti

Attraverso l'unione della potenza di telescopi terrestri con quella dei telescopi orbitanti sono stati annunciati cento nuovi esopianeti scoperti in soli tre mesi. Pianeti peraltro molto diversi tra di loro e quindi in grado di fornire molte informazioni riguardo la nascita e l'evoluzione di questi corpi celesti. 

Tra 227 esopianeti candidati presenti nei dati della fase K2 del satellite Kepler sono stati confermati, quindi, 104 corpi orbitanti altre stelle. Sette di questi hanno periodi orbitali molto brevi, inferiori alle 24 ore. Il processo di formazione di questi corpi è ancora poco chiaro e averne trovati diversi sarà di sicuro aiuto per la ricerca. 

Sono stati confermati anche pianeti di piccola massa e rocciosi, con masse inferiori alle due masse terrestri, nonché pianeti presenti in sistemi multiplanetari.