I dati di Spitzer e la mancata osservazione di Oumuamua
loading

Il telescopio a infrarosso della NASA si volta verso 'Oumuamua ma non vede nulla: una osservazione paradossalmente molto importante per determinare alcune proprietà del visitatore interstellare


Fonte David E. Trilling et al. Spitzer Observations of Interstellar Object 1I/'Oumuamua, The Astronomical Journal (2018)


Animazione dell'accelerazione di 'Oumuamua. Crediti NASA / David E. Trilling et al.
Animazione dell'accelerazione di 'Oumuamua. Crediti NASA / David E. Trilling et al.


Anche lo Spitzer Space Telescope ha tentato l'osservazione della roccia interstallare 'Oumuamua in passaggio nel Sistema Solare a novembre 2017, con risultati particolari. 'Oumuamua era troppo debole per Spitzer nel momento in cui l'osservazione è stata tentata, più di due mesi dopo il close approach alla Terra di inizio settembre, ma anche la "non detection" può avere significati interessanti ponendo dei limiti alla dimensione dell'oggetto. La dimensione stimata è consistente con quanto riportato a inizio 2018 in un altro articolo il che spezza una lancia a favore del processo di outgassing come responsabile dell'accelerazione che l'oggetto ha subito in fase di allontanamento. Il gas espulso ha agito quindi come ulteriore motore, spingendo l'oggetto e facendolo accelerare. 

La mancata osservazione, quindi, serve a stabilire un limite di dimensione ma ovviamente nulla può dire rispetto alla forma dell'oggetto quindi il valore stimato viene fornito "come se fosse una sfera". Con tre diverse assunzioni in base alla composizione dell'oggetto, si giunge a diametri da 440 a 140 metri, con stime che raggiungono anche i 100 metri o meno. 
 
Il nuovo studio indica anche come l'oggetto possa in realtà essere dieci volte più riflettente rispetto alle comete del Sistema Solare, un risultato sorprendente. La luce infrarossa è radiazione prodotta da corpi "caldi" e può essere utilizzata per determinare la temperatura di un oggetto e questa può essere a sua volta usata per determinare la riflettività della superficie, ovvero l'albedo . Una temperatura superiore indica un maggior assorbimento di calore. L'albedo di una cometa cambia nel tempo in base a posizione e rotazione . 'Oumuamua ha viaggiato nello spazio interstellare per milioni di anni, distante dalle stelle, ma potrebbe essere stata sconvolta dal passaggio ravvicinato al Sole, avvenuto cinque settimane prima della scoperta dell'oggetto. Parte del gas in uscita potrebbe essere ricaduto coprendo la superficie con una coltre a maggior albedo di ghiaccio e neve, fenomeno già osservato sulle comete nostrane.