Un flare gigante da una stella di pre-sequenza di classe M
loading

Una survey dedicata ai transiti esoplanetari rivela quello che ad oggi è tra i più energetici flare mai osservati da stelle di classe spettrale M


Fonte James A.G. Jackman et al. Detection of a giant flare displaying quasi-periodic pulsations from a pre-main sequence M star with NGTS


Andamento del flare dalla stella di classe M. Crediti arXiv
Andamento del flare dalla stella di classe M. Crediti arXiv / ames A.G. Jackman

Uno dei più energetici flare provenienti da stelle di classe spettrale M è stato osservato dalla stella di pre-sequenza principale NGTS J121939.5-355557.

I flare sono rilasci subitanei di estrema energia da parte di una stella e si verificano come conseguenza dell'accelerazione degli elettroni nel campo magnetico , dando vita a eruzioni osservabili in tutto lo spettro elettromagnetico .

I flare dalle stelle di classe M sono tra i più violenti ma anche tra i più difficili da prevedere e così sono necessarie i a larghissimo campo, le stelle usate per i transiti esoplanetari. I dati di NGTS - un sistema di dodici telescopi utilizzati per gli esopianeti - ottenuti tra novembre 2015 e agosto 2016 hanno rivelato il flare in oggetto il 31 gennaio 2016. La stella di origine si trova a 685 anni luce di distanza, ha una età di appena 2 milioni di anni e il suo spettro è M3. La dimensione è simile a quella solare ma la massa è cinque volte inferiore. La temperatura è di 3.090 Kelvin .

L'energia rilasciata supera qualsiasi altro flare mai osservato per stelle di classe M osservate tramite Kepler ed è confrontabile con i maggiori flare emessi da stelle di classe G.

Oltre a questa particolarità, nel picco è stata rivelata la presenza di una pulsazione quasi periodica (QPPs), una pulsazione comunemente osservata nei flare solari ma fenomeno abbastanza raro in altre stelle. 
Il QQPs osservato è formato da due periodi statisticamente rilevanti con periodi di 320 e 660 secondi circa, con una ampiezza di oscillazione di 0.1.