Riecco i treni di onda in atmosfera gioviana
loading

Strutture atmosferiche gigantesche già osservate dalle sonde Voyager tornano a mostrarsi in dettagli senza precedenti agli occhi della sonda Juno


Fonte JUNO Site


Strutture a binario su Giove. Crediti JUNO/NASA
Strutture a binario su Giove. Crediti JUNO/NASA

Masse d'aria molto consistenti appaiono come onde sull'atmosfera di Giove: si tratta di strutture già viste dalla missione Voyager della NASA nel 1979 e ritrovate ora dalla missione Juno. Treni d'onda in atmosfera maggiormente concentrati nella zona dell'equatore del pianeta e visti con una risoluzione finora mai raggiunta, aggiungendo informazioni sulle dinamiche atmosferiche del gigante gassoso e sulla struttura alla base delle onde stesse.

I treni sono composti da un numero di onde che è stato visto variare tra due e qualche dozzina, con creste che si distanziano tra 65 e 1.200 chilometri e che hanno altezze fino a 10 chilometri, misurate grazie all'immagine di un'ombra proiettata sulla superficie del pianeta. 

I treni hanno una preferenza nella direzione est-ovest, con creste d'onda perpendicolari alla direzione stessa. Altre strutture sembrano deviare significativamente rispetto alla direzione. 

Queste strutture possono apparire nei pressi di altre caratteristiche atmosferiche come vortici o flussi di aria mentre altre sembrano del tutto isolate dal resto del contesto. Alcune sembrano convergere mentre altre sembrano sovrapposte, probabilmente su due livelli atmosferici. 

Gran parte delle onde dovrebbero essere onde di gravità, increspature che si creano sopra qualche disturbo al flusso di aria come tempeste o altro.