La prima mappa termica di Europa viene da ALMA
loading

Le antenne di ALMA riescono a ottenere una mappa termica del satellite di Giove rivelando un cold spot inatteso e consentendo un confronto con la mappa delle strutture geologiche note


Fonte Samantha K. Trumbo et al. ALMA Thermal Observations of Europa, The Astronomical Journal (2018)


Atmosfera di Ganimede. Credit: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO), S. Trumbo et al.
Atmosfera di Europa. Credit: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO), S. Trumbo et al.

La superficie di Europa è ampiamente fratturata il che ha sempre raccontato la storia di una attività geologica notevole. A fine 2018 Atacama Large Millimeter/Submillimeter Array (ALMA) ha ottenuto quattro immagini in grado di ricreare una mappa termica del satellite  di Giove, con una risoluzione di circa 20 chilometri e quindi sufficiente allo studio delle relazioni tra variazioni termiche superficiali e strutture geologiche. 

Il confronto tra i dati di ALMA e quelli ottenuti dalla sonda Galileo ha consentito di analizzare le variazioni di temperatura nei dati e di costruire la prima mappa termica di Europa, rivelando la presenza di un cold spot nell'emisfero nord. 

Quattro immagini di Europa ottenute tramite ALMA. Crediti ALMA
Quattro immagini di Europa ottenute tramite ALMA. Crediti ALMA

Europa è in possesso di un oceano subsuperficiale di acqua salata a contatto con un nucleo roccioso ed è in possesso di una superficie giovane, la cui età va dai 20 ai 180 milioni di anni, a indicare processi ancora in opera la natura dei quali è ancora non ben identificata.