PSR J0250 5854 la pulsar con la rotazione piu' lenta
loading

Una survey nel cielo boreale basata sui dati radio di LOFAR scova una pulsar il cui periodo di rotazione è superiore ai 23 secondi, quindicimila volte superiore a quello della pulsar più veloce


Fonte C. M. Tan et al. LOFAR Discovery of a 23.5 s Radio Pulsar, The Astrophysical Journal (2018)


Rappresentazione artistica della pulsar più lenta. Crediti C. M. Tan et al.
Rappresentazione artistica della pulsar più lenta. Crediti C. M. Tan et al.

La pulsar a rotazione più lenta scoperta a oggi si chiama PSR J0250+5854, ha 14 milioni di anni ed è stata identificata dallo studente Ph.D. Chia Min Tan dell'Università di Manchester.

Le osservazioni sono state portate avanti tramite il Low-Frequency Array (LOFAR) in Olanda. A fronte della pulsar più veloce, in grado di ruotare su sé stessa una volta ogni 1.4 millisecondi (716 volte al secondo), questo nuovo oggetto - posto nella costellazione  di Cassiopea e distante 5.200 anni luce - ruota su sé stesso in 23,5 secondi e presenta emissioni radio della durata di appena 200 millisecondi.

L'emissione radio, cioè l'effetto faro che ci si aspetta dalla pulsar, è l'unica cosa osservabile in oggetti simili e in tal caso il fascio di radiazione è così stretto che era più semplice mancarlo piuttosto che scorgerlo. Contrariamente a quanto si pensi, quindi, le pulsar a rotazione lenta sono quelle più difficili da scovare proprio perché il segnale radio dura poco e si ripresenta dopo "tanto" tempo (23 secondi sembrano pochi, ma sono comunque 15.000 volte superiori alla rotazione della pulsar più veloce). 

La scoperta è stata possibile grazie alla LOFAR Tied-Array All-Sky Survey, che scandaglia il cielo del nord con immagini di un'ora. Una condizione ideale che non solo ha consentito di "sentire" la pulsar ma anche di riprenderla, grazie alla lentezza e alla brillantezza. 

Nonostante i 14 milioni di anni di età, la pulsar ha ancora un forte campo magnetico ma soprattutto abbassa notevolmente il limite minimo che si riteneva potesse esistere per la velocità di rotazione. 
Ora la palla passerà probabilmente a XMM-Newton poiché la eventuale detection di raggi X potrebbe raccontare molto circa la storia di questa pulsar.