Kes 75 e le sue variazioni
loading

Osservazioni ventennali di Chandra su quanto rimasto della supernova Kes 75 mostrano un potente vento dalla pulsar centrale, sintomo di una età molto limitata


Fonte Stephen P. Reynolds et al. Expansion and Brightness Changes in the Pulsar-wind Nebula in the Composite Supernova Remnant Kes 75, The Astrophysical Journal (2018)


KES 75 osservata da Chandra e SDSS. Crediti NASA/Chandra/SDSS
KES 75 osservata da Chandra e SDSS. Crediti NASA/Chandra/SDSS

La più giovane pulsar della Galassia, a fine 2018, è stata rilevata tramite le osservazioni di Chandra X-Ray Observatory
Dalla scoperta della prima pulsar a cura di Jocelyn Bell Burnell negli anni Sessanta sono state scoperte più di duemila stelle compatte ma nonostante questo restano molti misteri intorno a questi nuclei residui delle supernovae. 

Kes 75, posta a 19 mila anni luce dalla Terra, contiene la pulsar più giovane a oggi nota, una gioventù che si manifesta come rapida rotazione e potente campo magnetico , un mix in grado di generare un vento di materiale energetico e di antimateria che fluisce a velocità prossime a quelle della luce. Il vento della pulsar ha scavato una bolla magnetizzata nota come pulsar wind nebula, osservabile come regione azzurra a circondare l'oggetto compatto. 

Nell'immagine di Kes 75, i raggi X altamente energetici visti da Chandra sono colorati in blu e sottolineano il vento espresso dalla pulsar mentre i raggi X a minor energia sono rappresentati in porpora e mostrano i resti dell'esplosione. L'immagine ottica è della Sloan Digital Sky Survey

Le immagini di Chandra ottenute nel 2000, nel 2006, nel 2009 e nel 2016 mostrano variazioni nel vento nel corso del tempo. Tra il 2000 e il 2016 le osservazioni mostrano un perimetro esterno in espansione alla velocità di 1 milione di metri al secondo, una velocità dovuta a un vento che si espande in un mezzo interstellare a bassa densità. Nella fattispecie la bolla dovrebbe contenere nickel radioattivo formato dall'esplosione ed espulso dalla stella esplosa, nickel in grado di alimentare anche la luce della supernova nel momento in cui decade in ferro. 

Il tasso di espansione dice che Kes 75 è esplosa circa cinque secoli fa ma non esistono prove che la supernova venne osservata e la mancata osservazione può dipendere dalla presenza di un mezzo interstellare molto denso in direzione della stella esplosa, vista da Terra. 
La luminosità della pulsar wind nebula è decresciuta del 10% dal 2000 al 2016, concentrandosi principalmente nella zona nord dell'area.