Il flop della supernova in Pegaso
loading

Una stella esplosa come supernova tradisce le attese. La debole e breve esplosione dovrebbe essere motivata dalla presenza di un oggetto compatto in sistema binario


Fonte Science - “A hot and fast ultra-stripped supernova that likely formed a compact neutron star binary”, di K. De, M. M. Kasliwal et a.


Evoluzione della supernova. Crediti NASA/JPL-Caltech/R.Hurt
Evoluzione della supernova. Crediti NASA/JPL-Caltech/R.Hurt

In direzione della costellazione di Pegaso, alla distanza di 920 milioni di anni luce, una supernova ha sparato a salve. Si tratta di iPTF 14gqr ed è caratterizzata da un rilascio minimo di materia. La motivazione di un tale flop per una supernova, secondo gli scienziati, è da ricercare nei dintorni della stella "esplosa male": dovrebbe esserci un oggetto compagno, invisibile, che prima dell'esplosione finale dovrebbe aver depredato la stella morente degli strati più esterni diminuendone la massa e risucchiandola (ultra-stripped envelope supernova).

L'oggetto compagno dovrebbe essere, inevitabilmente, un corpo celeste molto massiccio, una probabile stella di neutroni

A rendere ancora più particolare l'evento è la durata dello stesso: in tutto sono due settimane con il primo burst durato un giorno, un calo, un altro picco di una settimana e il definitivo declino. Le masse degli oggetti si aggirano intorno al millesimo della massa solare.