Le onde che accelerano le nuvole e frenano Venere
loading

Dopo trenta anni, svelate le dinamiche che sono alla base della super-rotazione dell'atmosfera del pianeta Venere rispetto alla lentezza della rotazione del pianeta stesso


Fonte Phys.org


Un pianeta che ruota su sé stesso in 240 giorni terrestri, più o meno, con una densissima atmosfera che invece impiega soltanto 4 giorni a completare il giro del pianeta, muovendosi circa 70 volte più velocemente di quanto non faccia il pianeta. Stiamo parlando di Venere e dei suoi misteri legati alle onde atmosferiche che la Venus Express, in orbita sul pianeta, osserva già da anni. Un team guidato da Javier Peralta dell'Institute of Astrophysics di Andalusia (IAA-CSIC) è riuscito a riprodurre le dinamiche che si trovano alla base di questa super-rotazione atmosferica, classificando ben sei tipologie di onde. Alcune sono presenti anche sul nostro pianeta, come le onde sonore o quelle gravitazionali. Altre sono del tutto nuove, come le cosiddette onde centrifughe tipiche per ora soltanto di Venere. E proprio classificare e caratterizzare queste sei onde ha consentito di simulare i movimenti dell'atmosfera venusiana arrivando a spiegare i motivi di questa super-accelerazione. Contrariamente a Terra e Marte, ad esempio, i flussi atmosferici di Venere sono influenzati essenzialmente da dinamiche atmosferiche mentre per gli altri due pianeti un ruolo importante è indotto anche dalla rotaziona del pianeta, che avviene a velocità normale e non tremendamente rallentata come quella venusiana. Lo studio viene applicato anche ad altri casi di super-rotazione atmosferica come quella di Titano, ad esempio, e di altri esopianeti. {{venerelento}}